“Il libro dell’amore proibito”. Con Mario Desiati a Lucera

Shares

Honorè de Balzac espresse l’amore come poesia dei sensi.  Un concetto  che si districò, nel XIX secolo, in passioni tempestose, in snervanti inquietudini, in  lussi e limiti che solo l’amore può raggiungere e superare.

Sulle scie di certe concezioni ottocentesche, intinto nei folclori pugliesi, nasce “Il libro dell’amore proibito” di Mario Desiati, l’autore martinese che il 23 Gennaio scorso ha portato il suo ultimo lavoro editoriale, d’edizione Mondadori,  a Lucera.

L’evento, organizzato dall’Associazione Mediterraneo e Cultura (in collaborazione con SpazioBaol), è stato un vero e proprio appuntamento all’insegna delle ‘percezioni’ nel pieno centro storico di Lucera, nei locali del Lupus in Fabula, e che ha contato anche del reading dell’attrice barese Carmela Vincenti.

Il libro dell’amore proibito” è costruito sul desiderio, sull’amore impossibile e senza barriere tra Veleno, l’adolescente  e protagonista del romanzo, e la sua professoressa di educazione tecnica; una storia interrotta dallo scandalo e per morale, che vive il travaglio del giudizio di massa.

Mario Desiati, scrittore e corrispondente de La Repubblica e L’Unità, non è una penna sconosciuta all’editoria e non è la prima volta che s’abbandona al sentimento: Vita precaria e amore eterno è il titolo di un altro suo libro, in cui Il protagonista ha quasi trent’anni ed è un precario in tutto tranne che nell’amore.

copertina0

Gioviana Tedeschi

Gioviana Tedeschi, giornalista pubblicista di Lucera (Fg). Attualmente addetto stampa e responsabile del Fondo Ambiente Italiano, Gruppo FAI Lucera, e di una rubrica pubblicitaria sul web. Corrispondente per emittenti locali, vicina al mondo della sensibilizzazione, prosegue la sua formazione scientifica presso l'Università degli Studi di Foggia.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top