“Indomito corsaro”, il volume di Esther Basile dedicato a Pier Paolo #Pasolini

Shares

Si potrebbe ben dire che questo lavoro di Esther Basile si pone in continuità e in fedeltà autentica con la sua attenzione per un intellettuale il cui nome, Pier Paolo Pasolini, basta già di per sé ad evocare una personalità complessa e completa nel panorama culturale europeo. “Indomito corsaro”, il titolo scelto per il volume edito da Homo Scrivens, che riporta in copertina una foto inedita del regista e scrittore, immagine che fa parte dell’archivio privato del poeta Elio Pecora.

Una attenta scrittura esegetica e nello stesso tempo partecipata e coinvolgente della Basile è la caratteristica specifica di questa pubblicazione che si pone anche come sintesi di un interesse e di uno studio che Esther Basile ha rivolto a Pasolini in vari decenni di attività culturali che partendo dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, hanno interessato varie città e luoghi d’Italia: Roma, Firenze, Narni, Perugia, Castello di Prata Sannita, Abbazia di San Vincenzo al Volturno, Castel di Sangro per citarne alcuni, tra questi anche Montefiascone e Chia, nei territori della Tuscia tanto amati dal regista che li elesse quali terre della sua ispirazione e del suo meditare.

In omaggio alla celebrazione dei quarant’anni dalla triste vicenda della morte di Pasolini e partendo dall’interessante convegno tenutosi a Montefiascone si delinea l’incipit ideativo di questo lavoro della Basile, chiaramente  custodito già da tempo e reso tangibile con l’edizione di questo volume che si pone tra i testi più interessanti rivolti  al poeta/ scrittore/regista. Il libro, di 258 pagine, si arricchisce dei contributi e delle testimonianze  di Alfredo Baldi, Marosia Castaldi, Roberto Deidier, Alessandra Di Tommaso, Cinzia Dolci, Rita Felerico, Anna Pasqualina Forgione, Gioconda Marinelli, Elio Pecora, Maria Stella Rossi, Walter Santoro, Lucia Stefanelli Cervelli, Maria Rosaria Rubulotta, degli interventi poetici di Giuseppina Dell’Aria, Maria Marmo, Arnolfo Petri, Maria Rosaria Selo.

La pubblicazione, che in appendice riporta interviste e lettere pasoliniane di Orianna Fallaci e di Dacia Maraini,  verrà presentata nell’Istituto Filosofico, via Monte di Dio in Napoli, il prossimo 14 giugno a partire dalle diciassette, con le relazioni di Elio Pecora, poeta e interprete tra i più apprezzati nel panorama culturale non solo nazionale, che ha frequentato e condivo con Pasolini anni di amicizia  e di partecipazione a significanti discussioni letterarie, di Lucia Stefanelli Cervelli, acuta interprete del testo, di Aldo Putignano, editore attento alla produzione  contemporanea, dell’autrice Basile, del presidente Gerardo Marotta, atteso per i suoi illuminanti pensieri di respiro europeo. Foto e videoriprese a cura di Rosy Rubulotta.

Maria Stella Rossi

Giornalista e scrittrice con attenzione costante per la storia, i saperi della tradizione e quelli artistici della sua regione, il Molise, nella quale ha scelto di restare, vive in un borgo, Cerro al Volturno, paese a ridosso del Volturno, con castello turrito del XV sec. Autrice di volumi dal carattere storico-artistico quali Il Tombolo nel cuore di Isernia, libro che traccia attraverso l’oralità e le memorie locali la storia di un’arte manuale arrivata ad Isernia nel XV secolo; Le benedettine di San Vincenzo al Volturno( incentrato sulle figure umane, spirituali e culturali delle monache benedettine americane che hanno rifondato il cenobio dell’VIII sec.); Fornelli tra storia e tradizione; Parole canzoni preghiere ed altro in dialetto fornellese con cd di antichi canti e preghiere di fine Ottocento; ha contribuito alla scrittura delle guide turistico- culturali: Scapoli e il Museo della zampogna; Agnone e l’Alto Molise; Il tombolo di Isernia, una suggestione dal passato. Ha realizzato ( in collaborazione ) il Museo civico del Tombolo di Isernia; ha pubblicato la raccolta di racconti Guasti, il volume Alla corte di Valentino ( con Sebastiano Di Rienzo, sarto del noto stilista); scrive per la rivista D’Abruzzo, periodico di turismo- cultura- ambiente, per la rivista Il Ponte Italo-americano che si pubblica negli USA, per il giornale Il Quotidiano del Molise, per i magazine CriticArt e Enneti notizie teatrali e di cultura, per i giornali on line ecodelmolise, gambatesaweb, colibrimagazine, altosannio, teleaesse. Ha vinto il premio speciale di Giornalismo culturale nel 2004. Si interessa di critica d’arte e di cura di cataloghi d’arte. E’ stata nominata dalla Rete Italiana di Cultura popolare ( Torino), Cercatore di Tracce; è ideatrice, organizzatrice e promotrice di convegni, presentazioni e del premio letterario nazionale ( in collaborazione) L’Iguana- Castello di Prata Sannita –CE; ha ideato e realizzato dvd dal carattere artistico; componente di associazioni culturali per la valorizzazione e la diffusione della cultura locale e nazionale.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top