';

Io vengo dal Sud, manifesto in musica

22 mila abitanti, tanti problemi di degrado, criminalità organizzata e spaccio.

E poi la presenza di una delle comunità Rom più numerosa d’Italia, ricca di cultura ma spesso carica di problemi.

È il quartiere Rancitelli, periferia di Pescara, sulla riviera adriatica, in Abruzzo: Uno di quei posti che la cronaca quotidiana racconta per le sue storie di dolore, violenza e problemi sociali.

Rancitelli somiglia a Secondigliano (Napoli) o Quarto Oggiaro (Milano).

Da qui, dalle strade di questo quartiere alla periferia di qualsiasi cosa nasce la storia umana e artistica di Nosenzo, al secolo Alessandro, giovane cantautore e chitarrista virtuoso.

Le sue canzoni, mai banali, raccontano con grande sensibilità e originalità storie enormi e piccolissime allo stesso tempo: il ritmo, la felicità e la incredibile energia positività dei suoi brani fanno muovere il corpo e ballare, in una riscoperta anche molto colta della musica folk e gitana.

“Io vengo dal sud”, il suo primo singolo, è anche il manifesto della sua musica in cui colori, dolori, amori, critica sociale e gioia trovano una casa comune.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento