Klaus Davi: “Il Sud Italia è una meta ideale per i gay”

Shares
Klaus Davi

Il Sud Italia è una meta ideale per i gay. La Sicilia e la Puglia hanno espresso governatori gay, le popolazioni sono estremamente accoglienti. Per questo suggerisco a chi sta pianificando le proprie ferie di prendere in considerazione regioni come la Calabria, la Campania, la Sicilia e la Puglia”.

Così il giornalista italo – svizzero Klaus Davi, intervistato dal periodico LGBT tedesco Mannschaft.

Si tratta di un invito numericamente significativo, visto che la comunità LGBT tedesca può contare sul 7% della popolazione di 81 milioni di abitanti.

Davi ha, poi, accennato ai Gay Pride che si svolgono nel Mezzogiorno: “Regolarmente organizzati al Sud con l’entusiastica partecipazione di intere famiglie”.

Davi, infine, ha svelato che trascorrerà le vacanze in Calabria, dove ha preso in affitto una casa: “I paesaggi sono mozzafiato – ha detto – la gente accogliente, il cibo è il migliore del mondo. Dove altro dovrei andare?”

Anna Laura Maffei

Giornalista, blogger ed esperta di comunicazione, scrive di innovazione e tecnologia, di sociale, di cultura e di scuola. È communication manager e vicepresidente di Digital Media, partner editoriale di ANSA.it, già service giornalistico di Tiscali.it e main partner di RestoalSud.it, portali d’informazione per i quali scrive i suoi articoli. Per la testata RestoalSud.it ricopre il ruolo di caporedattrice dal 2014, ha curato la selezione e l’editing dei testi dell’omonimo libro ("#RestoalSud", Pietre Vive Editore, 2018) ed è coordinatrice didattica della Resto al Sud Academy, l’incubatore di talenti digitali del Mezzogiorno. Opera come consulente ed esperta di comunicazione digitale e social media per PMI e Startup e svolge attività di ufficio stampa. Ha collaborato con diverse testate informative, rigorosamente “all digital”, tra cui Gosalute.it, TerzoSettore TV e Look Out TV, quest’ultima tra le web tv di riferimento nell’ambito del racconto delle culture, diretta da Claudio Martelli, di cui è stata project manager. È coautrice della seconda edizione di “Brand Journalism. Storytelling e marketing: nuove opportunità̀ per i professionisti dell’informazione” (edita dal Centro di Documentazione Giornalistica).

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top