Questo sito contribuisce
alla audience di

La Lega Nord vuole conquistare il Sud. Pronto il simbolo

Shares

Il segretario nazionale della Lega Nord Matteo Salvini è volato in Scozia per assistere da vicino al dibattito sul referendum sull’indipendenza dalla Gran Bretagna.

“Un grande esempio di democrazia – spiega a Retenews24 il leader del Carroccio –. Un percorso simile in Italia sarebbe una grande opportunità non solo per il Veneto ma anche per la Campania e peril  Mezzogiorno in generale”.

Salvini annuncia a breve una visita a Napoli per presentare il nuovo simbolo che la Lega Nord metterà in campo al Sud alle prossime elezioni, comprese le Regionali del 2015, svelando un retroscena: “La maggior parte dei miei sostenitori su fb arriva da Napoli”.

Salvini, la Scozia decide per l’indipendenza dalla Gran Bretagna. Che prospettiva apre il referendum per la lega Nord?

“Innanzitutto è un grande esempio di democrazia. Sono qui ad Edimburgo per assistere ad una giornata di democrazia e partecipazione. I cittadini scelgono autonomamente cosa vogliono. A differenza dell’Italia dove, da Nord a Sud, il popolo non ha la libertà di incidere sulle scelte che riguardano la loro vita: dalle politiche europee all’adesione all’euro”.

Sud? Quindi anche per il Mezzogiorno il referendum scozzese potrebbe aprire nuove prospettive?

“Assolutamente si. Nei miei tour: dal Salento alla Sardegna, dalla Campania alla Sicilia ho riscontrato una grande richiesta di autonomia e di governo del territorio da parte dei cittadini. Non solo il Veneto che è più avanti vuole l’autonomia dallo Stato centrale, ma anche al Sud c’è un’identica richiesta”.

State lavorando ad un simbolo che presenterete al Sud alle prossime elezioni? 

“Confermo. Già tutto definito e pronto. Tra qualche settimana lo presenteremo ufficialmente. Sarà un simbolo diverso da quello della Lega Nord ma che raccolga la stessa voglia dei cittadini di autonomia dallo Stato centrale”.

Ritornerà a Napoli?

“Presto. L’ho promesso. A breve verrò a Napoli per presentare il simbolo della Lega al Sud”.

Che accoglienza si aspetta dopo le proteste dell’ultima volta? 

“Un’accoglienza di confronto con tutte quelle persone perbene che vogliono poter esprimere le proprie idee sul scelte che incidono sulla propria condizione di vita. Anzi, le dico una cosa: una delle mie pagine fan che conta più adesioni (la quarta per la precisione) raccoglie tutti sostenitori napoletani…”.

Carlo Porcaro

Carlo Porcaro, giornalista professionista classe '76, caporedattore e responsabile politica a retenews24.it, collaboratore del settimanale Panorama. Appassionato di comunicazione politica, ho scritto un libro intitolato 'Indiscreto a palazzo'. Sono nato tra i quotidiani (mio padre ne comprava quattro al giorno, ho detto tutto) e voglio credere nell'utilità di questo mestiere. Papà di Ivan, 3 anni; a breve però arriva Irene.

Comments (2)

  • Avatar

    Giovanni Spadaro

    17 Novembre 2014 - 18:30

    Solo oggi (17/XI/2014) leggo quest’altra enorme bugia (o buffonata?) della sega-nord.
    Peccato: avrei voluto dire al prestanome della banda-bossotti che l’avrebbero accolto a sassate….. ed infatti così è stato!!! C’erano dubbi?

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top