';

La Valtur è in vendita

Ancora un nulla di fatto, ieri, al ministero dello Sviluppo economico, per la vendita di Valtur. All’incontro, convocato da giorni, hanno preso parte i sindacati, i tre commissari straordinari di Valtur, Stefano Coen, Daniele Discepolo e Andrea Gemma, e rappresentanti del ministero.

“Ancora una volta non è stato sciolto il nodo di chi ha vinto il bando di gara per l’acquisizione del gruppo – spiega al termine della riunione Lucia Anile, della Filcams Cgil – né per quale motivo è stata presa la scelta scellerata di non aprire i villaggi di Pollina e di S. Stefano, che pure erano sui cataloghi, fino a poche settimane fa, e avevano registrato già diverse prenotazioni. Continuiamo a non avere spiegazioni sul motivo del rinvio dell’ufficializzazione del vincitore e tutto questo, a stagione estiva avviata, è veramente assurdo”.

Ovviamente la preoccupazione dei sindacati riguarda anche i posti di lavoro, “se questi villaggi non aprono si avranno conseguenze serie per tante persone, stagionali e non, che da tempo lavoravano per queste strutture in regioni già fortemente colpite dalla disoccupazione”.

Un prossimo incontro tra sindacati, commissari e ministero dovrebbe svolgersi la prossima settimana. Tra le due offerte presentante dopo l’ultimo bando di gara, Orogroup Spa – a quanto si apprende – dovrebbe aver prevalso sul gruppo Uvet per aver offerto una cifra superiore per l’acquisto, per aver presentato un piano industriale migliore e aver assicurato l’assorbimento dei dipendenti.

L’operazione di cessione, però, non è stata mai chiusa né ufficializzata. Valtur, tour operator italiano che faceva capo alla famiglia Patti, il 13 ottobre 2011 aveva depositato l’istanza per richiedere l’amministrazione straordinaria (Legge Marzano) a causa dei troppi debiti.

L’Azienda ha particolarmente risentito della crisi dei Paesi del Maghreb che ha limitato i flussi turistici in Tunisia ed Egitto, e, nonostante le 22 strutture recettive in Italia e all’estero e un fatturato di circa 200 milioni di euro, ha un indebitamento di 303,6 milioni di euro. La Valtur ha circa 2mila dipendenti in Italia.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento