Questo sito contribuisce alla audience di

L’innovazione arriva in officina, a Lecce

Shares

Cavalcare l’onda dell’innovazione, condividendo metodi e conoscenze. È questa la strategia giusta per affrontare la nuova era della meccatronica che impone agli autoriparatori di essere costantemente formati e pronti a risolvere qualsiasi tipo di problema.

Di questo si è parlato a Corigliano d’Otranto (Lecce), nel corso di un incontro con le officine del territorio.

L’evento è stato promosso dai tecnici di Tecnauto in collaborazione con Officine In progress, scuola di formazione e centro di assistenza per le officine del futuro.

Tra queste sicuramente ci sono quelle del Sud Italia, grazie ad un progetto pilota partito nei giorni scorsi che vede in prima linea Brain Bee Automotive, azienda che produce strumentazioni diagnostiche con prodotti innovativi e all’avanguardia per l’officina professionale.

Ma per sostenere i futuri “meccatronici” nelle esigenze lavorative quotidiane è nata una piattaforma comune ad hoc a cui potranno fare riferimento tutti gli autoriparatori: il C.O.A. Centro Operativo di Assistenza, ideato da Officine In Progress, con sede a Isola del Liri (Fr).

Siamo una sorta di comunità pronta a ricevere le richieste e soddisfare le priorità provenienti dal settore automotive. Un team di ingegneri – spiega il responsabile tecnico Andrea Saccucci –  che effettua assistenza continua alle officine, tramite un call-center, assistenza remota e un consulente di zona sempre disponibile per risolvere i problemi tecnici. Affiancarsi per essere più competitivi, questa è la nostra strategia per incentivare la preparazione di tutti i meccanici del territorio, ai quali ora più che mai viene richiesta una specifica conoscenza nella gestione dei sistemi di controllo elettronici“.

Ma l’assistenza deve essere abbinata dalla formazione continua, ne è convinto anche Luca Donno, amministratore di Tecnauto che crede tantissimo in questo progetto e da anni fornisce attrezzature per officine e forma responsabili tecnici.

Mai come oggi il settore dell’autoriparazione risulta così complicato, con l’impiego di tecnologie sempre più complesse e sofisticate. In questo scenario, con Officine in Progress – spiega Donno -. abbiamo deciso di rispondere istituendo un vero e proprio percorso formativo che partirà a breve per formare ma soprattutto informare ed assistere l’autoriparatore,utilizzando le più moderne tecnologie informatiche e web per abbattere i costi e ottimizzare le tempistiche di apprendimento e di assistenza“.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Roberto Zarriello

Laureato in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Bari, è giornalista, saggista e docente di Comunicazione digitale e Social Media all’Università Telematica “Pegaso”, e in vari master universitari. Ha collaborato con le Cattedre di Organizzazione e Comunicazione degli Uffici Stampa - URP e di Pianificazione Media e Comunicazione dello Sport della Facoltà di Scienze della Comunicazione all’Università “La Sapienza” di Roma. Scrive di comunicazione, internet e nuove tecnologie per l'Huffington Post, coordina l'area glocal news di Tiscali.it e cura sul portale un focus dal titolo ”Innovare l'informazione nell'era dei social media”. Collabora dal 2003 con il gruppo Espresso, con cui ha creato il progetto Città 2.0 su Repubblica.it. È fondatore e direttore responsabile del magazine di cultura e innovazione RestoalSud.it e dirige la RestoalSud Academy. Ha pubblicato il volume Penne Digitali 2.0 - Fare informazione online nell’era dei blog e del giornalismo diffuso, edito dal Centro di Documentazione Giornalistica, e Social Media Marketing - Strumenti per i nuovi Comunicatori Digitali, edito da Franco Angeli. In passato coordinatore della Commissione "Didattica della Comunicazione Didattica" dell'USR Molise e ha ricevuto nel 2015 il Premio Giornalistico Nazionale “Maria Grazia Cutuli” per la categoria “web, editoria digitale”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top