‘Lockdown Heroes’: così Milo Manara rappresenta le donne che hanno lavorato in prima linea

Shares

Lockdown Heroes è un’opera d’arte e, insieme, un frutto di impegno civile e una testimonianza di un momento storico. Qualcosa di buono, creato in giorni difficili, che resterà.

Il fascino delle donne di Manara

Milo Manara, uno dei più grandi e noti illustratori della scena internazionale, che con i suoi capolavori ha segnato l’immaginario collettivo, si è ritrovato isolato, a casa sua, come milioni di altre persone di tutto il mondo, nel periodo più duro della pandemia.  Di sua iniziativa, si è messo a realizzare una serie di disegni dedicati alle donne. Le donne di Manara: un mito, che qui ha preso una nuova forma, un nuovo significato. Sono le donne che hanno continuato a lavorare, in prima linea, perché la vita andasse avanti.

Copie autografate da Manara

Milo Manara e Feltrinelli Comics,  in collaborazione con Comicon, annunciano l’uscita di Lockdown Heroes. Arriverà in libreria il 30 luglio ed è già in pre-order online sulle maggiori piattaforme di acquisto. Per favorire la raccolta fondi, Manara autograferà tutte le copie acquistate in pre-order.  Lockdown Heroes sarà composto da 25 illustrazioni stampate su carta di pregio, con firma di Manara su timbro a secco, racchiuse in una cartelletta contenuta, a sua volta, in un astuccio. Il tutto completato da un fascicolo con un testo scritto da Vincenzo Mollica e un’intervista a Milo Manara raccolta da Tito Faraci.

Un aiuto economico per gli ospedali italiani

MiloManara_Lockdown Heroes

Lockdown Heroes è un portfolio che raccoglie tutti questi disegni, ma la cosa che rende ancora più importante questo annuncio, è che con una donazione benefica proveniente dalle vendite di Lockdown Heroes, Manara e Feltrinelli Comics supporteranno l’Ospedale Luigi Sacco di Milano, il Policlinico Universitario di Padova e l’Ospedale Domenico Cotugno di Napoli.

Napoli è la garanzia che continueremo a rimanere umani

Manara, che è legato a doppio filo al Comicon partenopeo – il direttore, Claudio Curcio, è anche suo agente esclusivo – si è soffermato infine a parlare di Napoli: “Rappresenta tantissime cose, dalla meravigliosa tradizione musicale ai tesori d’arte, alla bellezza della città. Tutto già ampiamente cantato e raccontato. Ma, in più, ogni volta che ci ritorno mi si conferma la convinzione che, con le sue luci e le sue ombre, Napoli rappresenti la garanzia che comunque, nonostante tutto, continueremo a rimanere umani.”

Roberto Zarriello

Esperto di strategie editoriali e brand journalism, imprenditore digitale, saggista, giornalista. Ho fondato, tra le altre, startup come Digital Media e GoBrand, creato la prima Digital Academy del Sud, e lanciato Comunicatori Digitali Associati, il primo think tank sul giornalismo e la comunicazione digitale. Laureato in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Bari, oggi sono Docente di Comunicazione Digitale e Social Media all’Università Telematica “Pegaso” e in vari master universitari (Luiss, Iusve), formatore per gli organi di comunicazione della Corte Costituzionale, web editor dell’ente per il turismo dell’Isola d’Elba. Fino al 2017 ho coordinato la prima Commissione sulla didattica digitale del MIUR istituita dall’USR Molise. Sono stato speaker e moderatore al Web Marketing Festival, Festival del Giornalismo, SMAU, Ninja Talk, ed una serie di convegni e conferenze con Ordine dei Giornalisti, Centro di Documentazione, Primo Piano Formazione, TVLP, e organizzatore de “La Battaglia delle Idee”. Scrivo di comunicazione, web e nuove tecnologie su HuffingtonPost.it, coordino il social media team di Tiscali.it, e collaboro con il gruppo Espresso. Sono autore di libri per il Centro di Documentazione Giornalistica e per Franco Angeli Editore. Nel 2015 ho ricevuto il premio Giornalistico Nazionale ‘Maria Grazia Cutuli’ per la categoria “Web, Editoria digitale”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top