Direzione “Fabbrica intelligente”. Si intitola “Macchinari Innovativi” l’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico con l’obiettivo di sostenere la realizzazione, nelle Regioni meno sviluppate – Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia -, di programmi di investimento diretti a consentire la transizione del settore manifatturiero.

Impresa 4.0

La misura – spiegano dal Ministero – sostiene gli investimenti innovativi che, in coerenza con il piano nazionale “Impresa 4.0” e la Strategia nazionale di specializzazione intelligente, consentono l’interconnessione tra componenti fisiche e digitali del processo produttivo, innalzando il livello di efficienza e di flessibilità nello svolgimento dell’attività economica.

Settori ammessi

Il bando si rivolge alle PMI appartenenti a tutti i settori produttivi con l’esclusione di siderurgia, estrazione del carbone, costruzione navale, fabbricazione delle fibre sintetiche, trasporti e infrastrutture, produzione e distribuzione di energia e relative infrastrutture

Cosa finanzia

La dotazione finanziaria complessiva dello strumento è pari a oltre 341 milioni di euro. L’intervento finanzia l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature strettamente
funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento, nonché programmi informatici e licenze correlati all’utilizzo dei predetti beni materiali.

I programmi di investimento ammissibili devono prevedere spese non inferiori a 500 mila euro e non superiori a 3 milioni. Prevede la concessione di un mix di agevolazioni nel limite del 75% delle spese ammissibili: un contributo in conto impianti e un finanziamento agevolato, pari rispettivamente al 35% e 40% per le micro e piccole imprese, e pari al 25% e 50% per le imprese di medie dimensione.

Le linee guida tecniche saranno pubblicate nella sezione dedicata alla misura del sito del Ministero.