Marsala, i 100 anni dell’ex partigiano “Capitano”

Shares
Partigiano Capitano

Ancora un centenario a Marsala. Circondato dall’affetto di figli e parenti, Rosario Parrinello ha ricevuto la visita del sindaco Alberto Di Girolamo e dei rappresentanti dell’Associazione nazionale Partigiani d’Italia, Pino Nilo (sez. comunale) e Aldo Virzì (sez. provinciale).

Nonno Rosario fu uno dei primi ad arruolarsi nelle brigate partigiane con il nome di battaglia di “Capitano”. Fece parte della Divisione Garibaldi “Nino Nannetti” – Brigata “Cacciatori delle Alpi”, operativa nel Cadore (provincia di Bolzano). Vedovo di Francesca Tumbarello, il suo mestiere principale è stato quello di bottaio. Nel ricevere dalle mani del sindaco Di Girolamo la targa a ricordo dei suoi cento anni, Parrinello ha raccontato alcuni momenti del suo passato di partigiano, per il quale nel 2016 è stato insignito di Medaglia dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti.

Ha spento le classiche 100 candeline affiancato da tre figli, sei nipoti e tre pronipoti. Dal 2012 è anche presidente onorario dell’Anpi di Marsala e – raccontano i parenti – è ancora amante della buona tavola: fino a un paio di anni fa fumava e a pranzo beveva mezzo bicchiere di vino marsalese.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top