Questo sito contribuisce alla audience di

Vigile lancia petardo su disabile: la “video umiliazione” diventa virale

Shares
Petardo su disabile

Ho ordinato di avviare il provvedimento disciplinare nei confronti del vigile del video che gira su WhatsApp“. A scriverlo è Davide Carlucci, il sindaco di Acquaviva delle Fonti (Bari), sdegnato – come tanti suoi concittadini -, per il video diventato virale in poche ore.

Il filmato – postato anche su un gruppo Facebook e rimosso, ma ormai in giro sugli smartphone nel centro cittadino pugliese – ritrae un vigile urbano che, in divisa, per strada, lancia un piccolo petardo tra i piedi di un disabile ultrasessantenne molto conosciuto in città. Il  vigile urbano, ascoltato dal suo comandante, è ora momentaneamente in ferie.

Il disabile, affetto da un disagio psichico, già in passato è stato al centro di vessazioni e umiliazioni: è stato più volte schiaffeggiato per strada dove ha anche dovuto subire il taglio dei capelli.

Commentato l’accaduto sulla bacheca Facebook del sindaco, alcuni cittadini definiscono il gesto del vigile urbano un atto “vile” e di “bullismo”, chiedendo sanzioni serie nei confronti dell’operatore che ha agito in divisa, a pochi passi dalla sede del Municipio e dal comando della polizia municipale.

E nelle ultime ore, l’autore del gesto ha indirizzato una lettera di scuse al sindaco di Acquaviva delle Fonti, al segretario generale del Comune, al comandante della polizia municipale della cittadina per lo “spiacevolissimo episodio” di cui è stato protagonista. E, ovviamente, ha rivolto le sue scuse anche alla vittima di quel gesto, che – scrive il vigile – “va colto nel contesto di questo rapporto personale tra me e lui. In quel maledetto momento non ho considerato come un disabile psichico ma come una persona che conosco da sempre, fin da quando sono nato. Sono fortemente mortificato per quanto è successo e vorrei poter fare qualcosa per rimediarvi”.

Marisa Zarriello

Marisa Zarriello nasce a foggia il 31 luglio 1982. Vive a foggia e frequenta a Foggia le scuole e l'università laureandosi in scienze della formazione continua con la magistrale in dirigente e progettista sistemi educativi e formativi. Sin da subito comincia la sua esperienza lavorativa nel terzo settore in una cooperativa sociale impegnata nella riabilitazione psichiatrica di soggetti adulti. In seguito al conseguimento di un master in coordinamento sanitario inizierà la sua esperienza come responsabile di comunità e centri diurni. Esperienza parrocchiale quale educatrice nella realtà associativa dell'azione cattolica. Oggi lavora in un centro diurno per ragazzi con disabilità fisiche e motorie, presidente di una associazione di promozione sociale impegnata nel sociale e nella progettazione formativa.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top