Questo sito contribuisce alla audience di

Nalbero, lo spettacolo di luci sul lungomare di Napoli

Shares

Sta facendo parlare molto di sé l’albero più alto del pianeta, con i suoi oltre 30 metri e la sua base di 900 metri quadrati. Stiamo parlando di Nalbero, la struttura inaugurata a inizio dicembre sulla Rotonda Diaz del lungomare del capoluogo campano a opera della società Italstage. 

Se c’è infatti chi ha apprezzato molto la novità natalizia (sono stati infatti 30 mila gli ingressi in soli 2 giorni dall’apertura), c’è anche chi la critica sia per un fattore puramente estetico sia per il fatto che – rispetto alle aspettative inizialmente annunciate dal sindaco De Magistris – risulta essere poco “popolare”. Secondo, infatti, quanto si legge su Il Mattino, sarebbe pari a 300 euro la cifra che dovrà sborsare chi vorrà fare il cenone di Capodanno sul grande albero luminoso. 

Dall’altra parte, però, migliaia di napoletani e turisti provenienti da tutto il mondo, visitano ogni giorno la struttura, visibile da quasi tutta Napoli e fino a Sorrento. Una capienza di 750 persone, su un sistema di ponteggio generalmente usato per i grandi concerti rock. Tremila piante verdi, che allo spegnimento di Nalbero saranno donate al Comune per essere piantate in città e oltre un milione di lampade a led a illuminare il tutto. Una scala di salita e discesa e tre terrazze (a 6, 18 e 30 metri). All’interno tantissimi stand nella galleria ad allietare lo shopping pre e post natalizio. 

Si accede gratis al piano terra e al primo piano mentre per i piani superiori e le terrazze panoramiche si paga un biglietto di 8 euro. Prezzo ridotto a 5 euro per gli over 65 e per i bambini fino a 12 anni. Gratis i piccoli al di sotto del metro di altezza. Intanto, per chi non ci fosse stato, ecco lo spettacolo di luci di Nalbero visto dal basso. 

 

 

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

Start Franchising

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top