';

NASA Space Apps Challenge 2020, c’è anche Foggia in finale

Un rover innovativo per l’esplorazione planetaria. È il progetto Rex, vincitore dell’edizione locale di Foggia del “NASA Space Apps Challenge”, del team “Fovea Dynamics”, a rientrare tra i 40 finalisti su 4333 team da tutto il mondo per la Global Challenge.

Il progetto

Nicola Russo, fondatore del team, pochi giorni dopo aver vinto, ci raccontò: “È circa un anno che coltivo la mia passione per il Machine Learning applicato alla robotica e nel tempo libero ho sviluppato un progetto open source per un robot quadrupede, ricevendo ottimi feedback da un paio di ingegneri di Boston Dynamics e da un ricercatore di Google”.

Il team

Appena scoperto che Foggia avrebbe ospitato il NASA Space Apps Challenge ha pensato a come poter trasformare questo progetto in qualcosa di utile nel campo dell’esplorazione planetaria: nasce così l’idea di un rover quadrupede. “Dopo aver formato un team per la challenge sono stato contattato da Francesco (Palazzo) e Giuseppe (Sicolo) che si sono mostrati subito entusiasti dell’idea. Con Francesco abbiamo realizzato il modello 3D mentre Giuseppe si è occupato della comunicazione realizzando i video e lo slide deck. Siamo fieri di aver vinto la competizione locale e speriamo di poter dire la nostra nella competizione globale”.

L’edizione foggiana

Un grande evento, il NASA Space Apps Challenge, che per la prima volta ha fatto tappa in Puglia. “Lo abbiamo promosso senza alcuna pretesa, con pochissimi mezzi e in pochissimo tempo ma con la consapevolezza di offrire ai tanti capaci giovani del nostro territorio un’opportunità di crescita unica – sottolinea Antonio Piazzolla, local lead e organizer dell’edizione foggiana 2020 -. Il fatto che un team locale sia giunto in finale alla prima edizione conferma quanto credevamo, che questo territorio può vantare eccellenze non indifferenti che meritano di essere supportate al meglio, offrendo loro mezzi e formazione e seguite anche dopo il completamento del percorso. Foggia non è da meno alle altre realtà cittadine e adesso abbiamo l’occasione di dimostrarlo”.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento