Nella valle dei Templi c’è la strada degli scrittori

Shares

Un itinerario turistico culturale legato a tre grandi autori siciliani: Luigi Pirandello, Leonardo Sciascia eAndrea Camilleri. Il progetto è intitolato “La strada degli scrittori” e coinvolge i luoghi amati dai protagonisti, a partire da Racalmuto per arrivare a Porto Empedocle attraverso la Valle dei Templi di Agrigento, visitando le case natali, le statue, i teatri e i paesaggi amati dai maestri della narrativa.

Un  progetto culturale e anche turistico che potrebbe portare nuova economia in Sicilia. Il primo tour su “La strada degli scrittori” è stato compiuto dal ministro dei beni culturali Massimo Bray, accompagnato dall’assessore regionale al turismo Michela Stancheris. L’esponente del governo ha raccontato su Twitter le sue emozioni di visitatore.

E poi dicono che l’Italia non è il Paese più bello del mondo. Dovremo solo volergli più bene e prendercene cura”, ha scritto sul social network durante la visita alla Valle dei Templi di Agrigento. Il governo – ha detto Bray – ha molto creduto nel turismo legato alla cultura e alla storia del nostro patrimonio perché siamo convinti che sia una grande opportunità per far crescere il nostro paese”.

L’itinerario ispirato agli scrittori, ha aggiunto il ministro, “è un ottimo esempio che si è sviluppato in Sicilia, di come creare un turismo consapevole valorizzando le tracce della letteratura”. L’obiettivo del progetto è quello di creare una sana economia attorno alla cultura e al turismo che potrà svilupparsi da “La strada degli scrittori”. Si tratta di un progetto pilota al quale la Regione Sicilia ha dato il via libera grazie anche al giudizio positivo dei suoi assessori a cui ora spetterà trasformare l’iniziativa in azioni concrete.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top