Diffondere un’immagine differente rispetto a quella che mesi fa ha tristemente occupato le pagine dei giornali. E’ questo l’obiettivo di “In prima linea”, il docu-web promosso dalla direzione dell’Azienda Ospedaliera Antonio Cardarelli di Napoli e da Voce di Napoli, uno dei più grandi e completi portali d’informazione di Napoli e provincia.

Il progetto è stato presentato nel corso di una conferenza stampa tenuta ieri, alla quale ha partecipato il direttore responsabile del portale, Davide Nunziante, e i due giornalisti della sua struttura che sotto la supervisione di Nunziante hanno materialmente confezionato il prodotto, Ciro Cuozzo e Mario Titone. durante l’incontro con la stampa è stato alzato il sipario anche sul primo dei dieci episodi, dal titolo “Pronto soccorso: Triage – Emodinamica”.

Qui viene documentata la presa in carico, da parte dei sanitari, di una paziente 88enne che arriva con un infarto in atto: le telecamere mostrano l’arrivo dell’ambulanza al Triage, l’assegnazione del codice d’emergenza e l’operazione. Tutto in pochi minuti. Insomma, il Cardarelli, la più grande struttura ospedaliera del Mezzogiorno, nel cui Pronto soccorso avvengono circa 250 accessi al giorno, non è soltanto carenza di barelle e casi di malasanità.

Particolare il format, che secondo molti è stato messo a punto sulla falsa riga del celebre “E.R. – Medici in prima linea”: una sorta di reality, nel quale non c’è un copione ma viene documentato quello che naturalmente avviene. Su Vocedinapoli.it verrà mandato un episodio al giorno: emodinamica, OBI, microcitemia, medicine, rete per l’ictus cerebrale, rete del politrauma, chirurgia vascolare, Centro grandi ustioni, chirurgia dei trapianti e attività del 118.