Questo sito contribuisce alla audience di

Merci sequestrate ai poveri: Protocollo d’Intesa a Oristano

Shares
Merci e sequestri

Le merci con marchio contraffatto, sequestrate dalle forze dell’ordine, saranno ridistribuite a poveri, indigenti e bisognosi. Non è la prima volta che accade, ma in Sardegna ora c’è un Protocollo d’Intesa che velocizza e formalizza tutte le operazioni. A firmarlo, nel Tribunale di Oristano, sono state la Procura della Repubblica e la Caritas diocesana, a cui saranno consegnate le merci sequestrate.

“Risparmiamo sui costi di distruzione della merce, evitiamo uno spreco inutile e consentiamo alle istituzioni di essere più vicine alle persone che vivono in condizioni di difficoltà, sofferenza o emarginazione“, ha spiegato il procuratore della Repubblica, Ezio Domenico Basso.

L’”Accordo di solidarietà” a cui le istituzioni – evidenziano – dalla hanno dato vita e che per ora nell’Isola appare l’unico del genere, è un primo importante segno di collaborazione tra gli Organi dello Stato, della Chiesa e quelli del volontariato, nell’intento di utilizzare al meglio, le merci oggetto di reato che altrimenti sarebbero andate al macero.

La prima donazione riguarda un carico di abbigliamento con marchio contraffatto destinato all’incenerimento presso l’impianto di Macchiareddu, a Cagliari. “Il Protocollo d’Intesa – ha commentato l’arcivescovo Ignazio Sanna – è una forma esemplare di collaborazione tra l’autorità civile, quella religiosa e il volontariato, che riuscirà a portare certamente maggior sollievo nelle crescenti situazioni di disagio e di povertà ben presenti anche nel territorio della nostra diocesi”.

L’accordo riguarda tutte le categorie merceologiche oggetto di contraffazione, dai capi di abbigliamento alle scarpe, dagli accessori alla pelletteria agli oggetti di simil-lusso.

Emilio Lanese

Collaboro con Primapress Agenzia di Stampa Nazionale, occupandomi principalmente del settore cultura. Per la stessa sono stato corresponsabile fanpage. Collaboro con Gosalute, per il quale svolgo le medesime mansioni. Ho lavorato per Lookout-tv.eu, Gotecno e mi sono occupato di Gomolise. Attualmente lavoro con la redazione di Restoalsud per la quale realizzo articoli e ne gestisco l’editing; mi occupo del settore salute e benessere di Gosalute per Tiscali e gestisco la piattaforma Thelemapress per l’inserimento di contenuti su Tiscali per Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top