Questo sito contribuisce alla audience di

Palermo, la Libertà va in bici

Shares
Bicicletta Libertà

“Ci sono tanti modi per parlare di libertà ma uno solo per poterla raggiungere, usare le nostre gambe”. Ne è convinto Pablo Dilet, che ha trasformato una bicicletta degli anni Venti in un’opera d’arte per parlare di Libertà.

“Perché è grazie alle proprie gambe – ribadisce l’autore –, che è possibile realizzare anche i sogni: quelli legati a una mobilità sostenibile, al valore del riuso e a quella libertà, in senso lato, cui ciascuno dovrebbe aspirare”.

E’ così che Pablo Dilet, pseudonimo del giornalista palermitano Dario La Rosa – già autore di installazioni dal forte impatto sociale come Welcome Carpet, sulla multiculturalità o Plastic, sul tema della plastica in mare – ha creato una bicicletta per parlare nelle scuole e nelle piazze di valori a volte messi in discussione.

La presentazione della bicicletta artistica – che ha il patrocinio nazionale della Fiab, l’Associazione amici della bicicletta -, avverrà a Palermo venerdì 2 febbraio presso lo spazio Cannatella (via Papireto 10 ore 18.30). “La bici – spiega l’autore – sarà messa a disposizione di chi, nelle scuole e nelle strade d’Italia abbia voglia di parlare della conquista della libertà come valore e insieme di tematiche legate alla sostenibilità ambientale“.

L’opera e la storia della bicicletta Libertà sono raccontati anche all’interno di questo breve video:

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top