Questo sito contribuisce alla audience di

Per sentirsi a casa sotto le due torri: “Nati in Capitanata a Bologna”/ VIDEO

Shares
Nati in Capitanata a Bologna

Un’associazione culturale con l’obiettivo di aggregare le persone nate in terra di Capitanata che, per vari motivi, si sono trasferite a vivere nel Bolognese.

Si chiama “Nati in Capitanata a Bologna” e si riunisce – spiegano i promotori – attorno ad alcuni punti cardine: solidarietà, aggregazione, scambi culturali, passioni sportive, integrazione tra popoli, promozione delle nostre tradizioni, assistenza abitativa, orientamento cittadino e lavorativo.

“Perché nonostante le grandi opportunità che offre Bologna – commentano dall’associazione, che è stata recentemente presentata in pubblico – lasciare la propria terra, migrare, non è mai facile ma siamo convinti che ritrovarsi, ricostruire una comunità legata da tradizioni provando a dare insieme risposte ai problemi piccoli e grandi di tutti i giorni possa regalare maggiore spensieratezza. Insomma sentirsi un po’ più a casa anche sotto le due torri”.

IL VIDEO DELLA PRESENTAZIONE.

 

 

Anna Laura Maffei

Giornalista, blogger ed esperta di comunicazione, scrive di sociale, di innovazione e di cultura. È communication manager di Digital Media, service giornalistico di Tiscali.it e main partner di RestoalSud.it, portali d’informazione per i quali scrive i suoi articoli. Per la testata RestoalSud.it ricopre il ruolo di caporedattrice dal 2014, ha curato la selezione e l’editing dei testi dell’omonimo libro ("#RestoalSud", Pietre Vive Editore, 2018) ed è coordinatrice didattica della Resto al Sud Academy, l’incubatore di talenti digitali del Mezzogiorno. Opera come consulente ed esperta di comunicazione digitale e social media per PMI e Startup e svolge attività di ufficio stampa. Ha collaborato con diverse testate informative, rigorosamente “all digital”, tra cui Gosalute.it, TerzoSettore TV e Look Out TV, quest’ultima tra le web tv di riferimento nell’ambito del racconto delle culture, diretta da Claudio Martelli, di cui è stata project manager. È coautrice della seconda edizione di “Brand Journalism. Storytelling e marketing: nuove opportunità̀ per i professionisti dell’informazione” (edita dal Centro di Documentazione Giornalistica).

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top