Piatti del Sud: la caponata siciliana

Shares

Un mix di colori e profumi assolutamente unico, un piatto povero ma che rende ricchissime le tavole siciliane. Stiamo parlando della caponata, una pietanza che costituisce uno sposalizio perfetto tra i sapori della terra.

Se è vero che di città in città nel tempo sono state fatte delle modifiche e si sono create delle varietà, come la caponata al pesce o quella con l’aggiunta di crostacei o pinoli, gli ingredienti tipici della caponata classica sono senza dubbio le melanzane.

Ingredienti

Melanzane 1 kg
Sedano 600 coste
Cipolle 250 g
Olive nere in salamoia denocciolate 200 g
Capperi sotto sale 50 g
Pinoli 60 g
Pomodori ramati (o altra varietà da sugo) 500 g
Zucchero 50 g
Aceto di vino bianco 50 g
Basilico q.b.
Olio extravergine d’oliva 15 g
Sale grosso 30 g
Olio di semi per friggere le melanzane 300 g

Preparazione

La preparazione di questo piatto tipico della Trinacria è certamente piuttosto lunga, ma niente paura: il risultato finale vi farà dimenticare ogni sacrificio. Lavate innanzitutto le melanzane privandole delle due estremità. Poi tagliatele a cubetti di circa 1,5 cm per lato, tagliandole prima in senso verticale e poi in orizzontale. Su un vassoio sistemate uno scolapasta e versatevi i cubetti di melanzana. Cospargetele di sale grosso e adagiate sulla superficie un peso, lasciandole riposare per un’ora.

Lavate i gambi del sedano, metteteli in un tagliere, tagliateli a tocchetti di 1 centimetro e versateli in acqua bollente e salata. Dopo 4 minuti di cottura, scolateli e lasciateli asciugare su un canovaccio pulito.

A questo punto occupatevi delle cipolle che andranno mondate, affettatele a fette finissime tutte di eguale spessore. Lasciatele appassire a fiamma bassissima in una padella capiente insieme a 15 g di olio extravergine d’oliva. Una volta ammorbidite, aggiungete i capperi dissalati, le olive nere snocciolate e i pinoli. Fate cuocere a fiamma vivace per una decina di minuti. Lavate e tagliate a cubetti i pomodori, aggiungeteli al tegame e fate cuocere per altri 20 minuti a fuoco lento.

Preparate un’altra padella dove farete scaldare 10 g di olio extravergine d’oliva. Versate i dadini di sedano sbollentati lasciandoli soffriggere per un paio di minuti; teneteli da parte. Passata un’ora prendete le melanzane, portate lo scolapasta sotto l’acqua e sciacquate brevemente i cubetti in modo che perdano parte del sale e trasferiteli su un vassoio rivestito con un canovaccio ben pulito. Asciugate le melanzane e friggetele in una padella con abbondante olio di semi bollente. Dopo pochi minuti di cottura scolateli e versateli nel tegame di cottura dove avete cotto inizialmente le cipolle ed il resto degli ingredienti. A questo punto aggiungete anche i cubetti di sedano scottati in padella e mescolate qualche istante. Aggiungete anche lo zucchero e poi l’aceto di vino bianco.

Siamo agli ultimi accorgimenti. Lasciate sfumare l’odore intenso dell’aceto, poi spegnete la fiamma e aggiungete qualche fogliolina di basilico spezzettata a mano. Mescolate il tutto lasciando raffreddare per bene. La vostra caponata è pronta!

 

Fonte: GialloZafferano.it

Foto: Piaceredelgusto.com

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top