Questo sito contribuisce alla audience di

Fare beneficenza in modo divertente: nasce Wishraiser, la piattaforma di Charity Lottery

Shares

Trasformare il mondo delle aste benefiche, rendendole democratiche, introducendo una dinamica di divertimento, coinvolgimento e, in più, dando la possibilità di vincere la realizzazione di un sogno, ovvero un’esperienza unica con il proprio sportivo, cantante o attore preferito: sono questi gli ingredienti di Wishraiser, piattaforma di Charity Lottery, fondata a Milano da Mario Salsano (CEO), Cristiano Mazzarini (CTO),Riccardo Mollaretti (COO), e Daniele Orazi (Head of Charity).

“Proveniamo dal mondo delle aste benefiche, che ci ha visto anche creatori del portale Etwoo (sito dedicato alle aste benefiche) – spiegano i tre co-fondatori – Operando in questo contesto ci siamo resi conto nel corso degli anni che esisteva una problematica notevole: le aste benefiche non sono democratiche e non sono accessibili a tutti. Inoltre, le cifre per aggiudicarsi un’asta si aggirano attorno ai 300/400€ (ovviamente si tratta di un guadagno che deriva da una sola persona, da chi vince l’asta) e questo valore economico, per l’associazione no profit che organizza l’asta, è veramente irrisorio.

L’associazione, infatti, per coinvolgere un testimonial di alto livello, impiega tempo e risorse in termini di denaro e personale impiegato e il risultato finale spesso non vale lo sforzo messo in campo.

Da queste considerazioni, siamo partiti per costruire un progetto che si basasse su una dinamica completamente diversa e che abbracciasse l’idea di rendere democratiche e accessibili a tutti le aste benefiche, introducendo alcuni elementi che ritroviamo nelle piattaforma dedicate al crowdfunding.”

Wishraiser infatti per ogni campagna attiva (come, ad esempio, per quella del calciatore Bonucci o di quella attuale, che vede protagonista Chiellini) propone diversi livelli di donazione. Se l’utente dona fino a 20€ riceve un “regalo digitale”, se decide di donare oltre i 20€ riceverà un regalo “fisico” direttamente a casa (gadget, merchandising) e chi, invece, dona mille euro potrà vivere un’esperienza unica.

Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini: i protagonisti delle prime due campagne di raccolta fondi

“La prima campagna che abbiamo proposto ha coinvolto il calciatore della Juventus Leonardo Bonucci e l’associazione Live Onlus, che attraverso il progetto “Cuore Batticuore” dona defibrillatori alle società sportive, con particolare attenzione a quelle dilettantische e giovanili. Abbiamo raccolto 45mila euro in due mesi (ogni persona ha donato in media 26€), molto di più di quello che sarebbe stato possibile raccogliere con un’asta benefica – concludono i co-fondatori – Ora è attiva la campagna di Giorgio Chiellini, che darà la possibilità al vincitore di vincere una notte di Champions League come ospite del calciatore. Per partecipare all’estrazione finale è sufficiente fare una donazione, che andrà ad aiutare la Insuperabili Onlus, associazione che è impegnata nella creazione di scuole calcio per ragazzi disabili.”

Anna Laura Maffei

Giornalista, blogger ed esperta di comunicazione, scrive di sociale, di innovazione e di cultura. È communication manager di Digital Media, service giornalistico di Tiscali.it e main partner di RestoalSud.it, portali d’informazione per i quali scrive i suoi articoli. Per la testata RestoalSud.it ricopre il ruolo di caporedattrice dal 2014, ha curato la selezione e l’editing dei testi dell’omonimo libro ("#RestoalSud", Pietre Vive Editore, 2018) ed è coordinatrice didattica della Resto al Sud Academy, l’incubatore di talenti digitali del Mezzogiorno. Opera come consulente ed esperta di comunicazione digitale e social media per PMI e Startup e svolge attività di ufficio stampa. Ha collaborato con diverse testate informative, rigorosamente “all digital”, tra cui Gosalute.it, TerzoSettore TV e Look Out TV, quest’ultima tra le web tv di riferimento nell’ambito del racconto delle culture, diretta da Claudio Martelli, di cui è stata project manager. È coautrice della seconda edizione di “Brand Journalism. Storytelling e marketing: nuove opportunità̀ per i professionisti dell’informazione” (edita dal Centro di Documentazione Giornalistica).

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top