Sono (finalmente) partiti i lavori per il restauro del Carditello

Shares

Sono partiti i lavori di restauro conservativo e manutenzione della Reggia borbonica di Carditello, sita nel Comune casertano di San Tammaro. Lo ha reso noto la Direzione Regionale dei Beni Culturali e Paesaggistici della Campania retta da Gregorio Angelini. Gli interventi, che costeranno 3 milioni di euro e si concluderanno alla fine del 2015, sono stati finanziati con Fondi del Programma Operativo Interregionale (Poin) ‘Attrattori culturali, naturali e turismo’.

Le opere erano state annunciate da Angelini nel gennaio scorso dopo l’acquisto per 11,5 milioni di euro da parte del ministero dei Beni Culturali della Reggia costruita dal Collecini; il sito era infatti finito all’asta giudiziaria nel 2012 per i debiti accumulati con le banche dall’ente pubblico che ne era proprietario.

La Reggia è tuttora chiusa al pubblico, ma dopo l’acquisto da parte del Mibact è iniziata un’attività di vigilanza pagata per alcuni mesi dalla Sovrintendenza (per il costo di 150 mila euro) e poi affidata ai volontari. Per anni l’unica forma di vigilanza sul sito, esposto ai ladri e alle intemperie, fu garantita da Giovanni Cestrone, il volontario definito ‘l’angelo di Carditello’ morto per infarto la sera del Natale scorso.

Iwona Harezlak

Mi chiamo Iwona e sono laureata in Filologia polacca. Da 8 anni vivo in Italia di cui amo storia, usi e tradizioni. Nell'anno 2010 ho frequentato il corso di italiano con certificato rilasciato dall`Univerisità di Perugia. Sto collaborando con le scuole come mediatore culturale. Con aziende pubbliche e private come traduttore e con vari siti e portali editoriali come: Gosalute.it, Lookout.tv, Primapress.it. Sono Iscritta a Registro Pubblico dei Mediatori Culturali della Provincia di Foggia.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top