';

Al Sud si pagano più tasse che al Nord. Ecco i dati

Per quanti in Italia discutono di questione settentrionale. Per quanti al Sud fingono che non esiste più una questione meridionale.

Per quanti parlano di Sud assistito e parassita e Nord ricco e operoso. Per quanti spingono, raccontano, spiegano e giustificano i luoghi comuni più beceri sulle due Italie.

Ecco alcuni numeri freschi di stampa che arrivano da una istituzione scientifica, la Svimez. meditiamo…

Tra il 2012 e il 2013 le entrate tributarie comunali sono calate al Nord del 17% e al Sud dell’11%, ma i trasferimenti erariali sono aumentati del 72,8% al Nord contro il 31% del Sud.

Inoltre nel 2013, a fronte di un reddito di 28.765 euro pro capite, in media ogni cittadino del Veneto ha versato al proprio comune di residenza 409 euro, contro gli oltre 458 di un campano (che però ha un reddito di 12mila 500 euro più basso). ù

Secondo la SVIMEZ la presenza di un Nord in cui il sistema tributario è regressivo e di un Sud in cui è progressivo accresce le diseguaglianze del Paese, e la presenza di trasferimenti “sperequativi” quali quelli attuali non aiuta a spezzare il circolo vizioso che da sempre frena lo sviluppo delle aree più povere.

È quanto emerge dalla Nota di ricerca “La pressione tributaria comunale: i valori per il 2013” di Federico Pica e Salvatore Villani,


Dalla stessa categoria

Lascia un commento