Il “Festival della Montagna” per rilanciare Campitello Matese

Shares

Una kermesse di eventi  per mamme, padri, bambini, amanti della montagna e semplici curiosi per godere delle bellezze del territorio.

Anche quest’anno sono stati gli splendidi scorci del Matese a fare da cornice al “Festival della Montagna di Campitello Matese”. Centinaia di persone, armate di zaino in spalla, hanno letteralmente invaso il pianoro per l’evento di apertura del Festival, per partecipare alle vie del latte.

Mamme, padri, bambini, amanti della montagna e semplici curiosi, hanno potuto ammirare la bellezza di un territorio che nonostante la continua affluenza di turisti si mantiene ancora integro.

Il programma ha preso il via il 12 agosto, in mattinata, con una lunga passeggiata di 2 km, in località Capodacqua, anche grazie all’instancabile lavoro dell’Amministrazione, della Proloco,  e con il contributo del dott. Marco Tagliaferri che ha tenuto una lezione sugli aspetti nutrizionali dei prodotti caseari, seguita da una gradita e inaspettata degustazione degli stessi.

Anche i bambini alle prese con la pasta filata si sono cimentati nella lavorazione della stessa per la realizzazione delle scamorze, sotto la supervisione e i saggi consigli di pastori esperti, realmente disposti a trasmettere la propria esperienza sul campo.

Il 13 agosto ha invece visto impegnato l’Unimol con il prof. Nicola Prozzo per una passeggiata naturalistica, una sezione di olistica a cura di Manuela Forte, una degustazione serale di cavatelli e orapi,  affiancata con della musica garganica.

La giornata di domani, 14 agosto, sarà, invece, una giornata spesa all’insegna dello sport con lo spettacolo serale di teatro satirico a cura di Marco Caldoro.

Il 15 agosto vedrà, l’esibizione di artisti di strada e comici quali Borsalino e Monsieur David, Lenny show .

il 16 agosto, la cultura in genere e la misica classica la faranno da padrone con il concerto nel bosco di pietra a cura di Federico Valerio e nei giorni 25 e 26 agosto, non potrà mancare, a conclusione di questa kermesse di eventi, il volo degli aeromodelli.

Un intenso programma attende, quindi, visitatori da ogni dove per un vero e proprio rilancio della stazione di Campitello.

Roberto Zarriello

Esperto di strategie editoriali e brand journalism, imprenditore digitale, saggista, giornalista. Ho fondato, tra le altre, startup come Digital Media e GoBrand, creato la prima Digital Academy del Sud, e lanciato Comunicatori Digitali Associati, il primo think tank sul giornalismo e la comunicazione digitale. Laureato in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Bari, oggi sono Docente di Comunicazione Digitale e Social Media all’Università Telematica “Pegaso” e in vari master universitari (Luiss, Iusve), formatore per gli organi di comunicazione della Corte Costituzionale, web editor dell’ente per il turismo dell’Isola d’Elba. Fino al 2017 ho coordinato la prima Commissione sulla didattica digitale del MIUR istituita dall’USR Molise. Sono stato speaker e moderatore al Web Marketing Festival, Festival del Giornalismo, SMAU, Ninja Talk, ed una serie di convegni e conferenze con Ordine dei Giornalisti, Centro di Documentazione, Primo Piano Formazione, TVLP, e organizzatore de “La Battaglia delle Idee”. Scrivo di comunicazione, web e nuove tecnologie su HuffingtonPost.it, coordino il social media team di Tiscali.it, e collaboro con il gruppo Espresso. Sono autore di libri per il Centro di Documentazione Giornalistica e per Franco Angeli Editore. Nel 2015 ho ricevuto il premio Giornalistico Nazionale ‘Maria Grazia Cutuli’ per la categoria “Web, Editoria digitale”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top