La #Basilicata modello di #integrazione nel mondo

Shares

Alcune sere fa ho avuto l’onore ed il piacere di partecipare alla cena di beneficenza di Betty Williams, premio Nobel per la Pace e Presidente della Fondazione Città della Pace per i Bambini Basilicata, assieme all’attrice Sharon Stone, in Italia per visitare le strutture dove sono accolti i rifugiati e richiedenti asilo ospiti della Fondazione che, a partire dal 2012, ha accolto fino ad oggi oltre 80 persone.

Un modello, quello realizzato da Betty Williams con la Regione Basilicata, che ha consentito di creare, nel comune di Sant’Arcangelo, e presto anche a Scanzano Ionico, un modello di integrazione unico dove le popolazioni locali e i rifugiati possono vincere insieme, dove i bambini ritrovano un‘umanità perduta e la forza di ricostruire una esistenza, un futuro.

Tanti i progetti per realizzare altri luoghi di integrazione, veri e propri villaggi di pace, come le strutture a farfalla progettate secondo le più moderne regole della bioarchitettura dall’architetto Cucinella, allievo di Renzo Piano, che costituirebbero una lezione di civiltà, ma anche un modello di efficienza e sostenibilità ambientale.

L’impegno della Basilicata su questo fronte, ha fatto si che Betty ne facesse un esempio per il mondo intero, partendo già dal Ghana dove si vuole innescare un processo simile. Per una regione piccola come la nostra, da una risposta forte alla criticità del momento potrebbe venire una opportunità per i nostri piccoli borghi a rischio spopolamento.

Organizzeremo al più presto una visita in Basilicata di Hilary Clinton, ma c’è anche in progetto un incontro a New York per presentare il modello Basilicata, perché una regione che vuole farcela deve caratterizzarsi per la sua capacità di integrare politiche culturali ed imprenditoriali con la capacità di rispondere alle emergenze umanitarie di fronte alle quali ci pone il presente, in un momento nel quale l’Europa sembra voler erigere nuovi muri invece di sentire il dovere di sviluppare politiche di accoglienza adeguate a fronteggiare questi fenomeni epocali.

Marcello Pittella

E' nato a Lauria il 4 giugno 1962. Nel 1988 si laurea in Medicina e Chirurgia. Attualmente vive a Lauria dove svolge la professione medica. Impegnato da giovane in attività sportive, in particolare nella Pallavolo, ne diviene poi dirigente, favorendo un movimento sportivo che coinvolge nell'area centinaia di ragazzi. Politicamente muove i primi passi alla fine degli anni '80. Socialista convinto, vive le vicissitudini del Psi agli inizi degli anni '90. Nel 1993 si presenta al Consiglio Comunale di Lauria, riscuotendo un ottimo successo. Per un breve periodo riveste la carica di Assessore alle 'Attività Produttive e allo Sport'. Nel 1995 si candida alla Provincia, capogruppo dei D.S. Coordinatore della Quercia del Lagonegrese nel 1997. Nel 1999 è rieletto alla Provincia, dove ricopre la carica di Presidente del Consiglio. Nel 2001 l'Ulivo di Lauria lo propone come Sindaco della città: oltre il 70% dei votanti gli dà fiducia. Ha favorito il processo di accelerazione della ricostruzione dopo il sisma del settembre 1998. Un impegno celere e costante è stato profuso per il problema della Tremolite nell'area di Seluci. Il Parco Didattico, l'area industriale di Galdo, la 'Lauria dei Giovani e dello Sport', con la costruzione del Palazzetto dello Sport, l'associazionismo cattolico e laico, i movimenti culturali, i contatti con imprenditori ed aziende del Settentrione, nonchè i problemi relativi a una sanità che funzioni, in un'ottica di comprensorio e di città territorio, sono state tutte problematiche inserite nell'agenda dei lavori. Notevoli le rivendicazioni promosse per l'area sud concernenti infrastrutture e opere pubbliche. Marcello Pittella nel 2005 è stato eletto consigliere regionale. Nell'aprile 2010 è stato rieletto consigliere regionale. Il 24 settembre 2013 si è dimesso dal suo incarico di assessore del Dipartimento Attività produttive.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top