#Migranti, divisi e perdenti grazie ai #governatori di pentole del Nord

Shares

I presidenti di Lombardia, Veneto e Liguria, Roberto Maroni, Luca Zaia, Giovanni Toti, rifiutano di accogliere nelle loro regioni la quota di migranti stabilita dal piano approntato dal ministero dell’Interno. Così, invece di muoverci compatti verso un’Europa che vorrebbe lasciarci il cerino in mano, ci proponiamo divisi e perdenti, per i soliti “Prima il Nord”, “Prima il Veneto”, “Prima il Trota”.

Già ora, Lombardia e Veneto ospitano il 40 e il 50 per cento di migranti in meno di quanto dovrebbero; e tutte e tre le regioni messe insieme ne hanno meno della sola Sicilia. Maroni ha minacciato il taglio di risorse regionali ai Comuni che accettassero di collaborare con il governo nazionale. Gli è stato fatto notare che se il governo dovesse agire alla stessa maniera, a Lombardia e Veneto potrebbero essere tagliati del 40 e del 50 per cento (la percentuale di quote accoglienza non rispettate) i fondi per i trasporti, la sanità…

Un modo di ragionare da spacciatori di pentole fallate alla sagra della porchetta o del culatello.

Ma la vera dimensione della cialtronata di questi urlatori da cortile è che agiscono come se loro non c’entrassero niente con la tragedia degli arrivi dei barconi e dovessero solo difendersi dal problema; e la soluzione toccasse soltanto al governo, alle Regioni del Sud, comunque “agli altri”. Ma sono proprio loro, Zaia, Maroni, mutande verdi e smutandate arcoriane che non hanno saputo risolvere la faccenda, nonostante con Berlusconi (il cui mini avatar, Toti, si è subito aggregato alla politica da Vanna Marchi dei due piazzisti di piazzate) possano vantare i governi più duraturi della storia della Repubblica, retti dalle maggioranze più grandi della storia della Repubblica.

E lo scalmanato Maroni è invecchiato sulla poltrona di ministro dell’Interno. Nessuno ha avuto più tempo, voti e potere di loro per risolvere il problema; la legge sui migranti che gli fa schifo, la Bossi-Fini, l’ha fatta la loro maggioranza e l’ha firmata l’allora padrone della Lega.

E mo’ cu cchi t’a vuo’ piglia’? E fanno pure i barricaderi, perché “gli altri” non sanno come uscire da un guaio che loro hanno lasciato irrisolto e forse aggravato! Il governo Renzi mi sta simpatico come l’ortica nei pantaloni e prima se ne va, meglio è; ma bisogna essere davvero senza pudore per pensare di mandarlo a casa con tali argomenti, con quelle facce e quel passato prossimo. Per “difendere la razza” (l’umanità potrebbe sopportare la contaminazione del dna del Trota?), hanno avuto mezzi e tempo che nessun altro ha avuto.

Strillare e basta, facendo finta di essere capitati da queste parti ieri sera, serve solo ad aumentare rabbia, razzismo e confusione; invece di cercare, ognuno come può, un modo per ridurre danni e disagi per tutti. Personalmente, non ritengo si possano fermare ondate di esseri umani in fuga da fame e guerra (a meno di voler sterminare qua chi sfugge allo sterminio là), ma fra il peggio sicuro e il meglio impossibile, ci sono molte sfumature di meno peggio.

Se il Paese sta come sta, è perché lo abbiamo messo, da decenni, in mano a ‘sta gentaglia. Di questo passo, ci toccherà sperare che fra quei migranti arrivi un Nelson Mandela (il carcerato che liberò i suoi carcerieri) capace di ricostruire un Paese dilaniato. Magari senza che stia prima quarant’anni in galera.

Pino Aprile

È stato vicedirettore di Oggi e direttore di Gente, ha lavorato in televisione con Sergio Zavoli nell'inchiesta a puntate Viaggio nel sud e a Tv7, settimanale di approfondimento del TG1. È autore di libri tradotti in più lingue come Elogio dell'errore, Elogio dell'imbecille e Terroni. Conclusa l'esperienza di direttore di Gente si è occupato principalmente di vela e altri sport nautici, dirigendo il mensile Fare vela e scrivendo alcuni libri sul tema, come Il mare minore, A mari estremi e Mare, uomini, passioni. Nel marzo 2010 ha pubblicato il libro Terroni, un saggio giornalistico che descrive gli eventi che hanno penalizzato economicamente il meridione, dal Risorgimento ai giorni nostri. L'opera è divenuta un bestseller, con 250.000 copie vendute[1]. Per questo libro, il 29 maggio 2010, gli sono stati conferiti, fra gli altri, a Palermo il Premio Augustale, a Reggio Calabria il Rhegium Julii, ad Aliano il Premio Carlo Levi, ad Avezzano il Premio Marsica. Dal libro nasce lo spettacolo teatrale omonimo con l'attore Roberto D'Alessandro e musiche di Mimmo Cavallo. Per iniziativa di Marcello Corvino, della Promomusic, dagli ultimi tre libri di Aprile e dalle canzoni brigantesche e meridionaliste di Eugenio Bennato, è tratto il lavoro teatrale Profondo Sud, con cui i due autori hanno esordito l'estate del 2012. Nell'agosto 2011 gli è stata conferita la cittadinanza onoraria di San Bartolomeo in Galdo; il 19 gennaio 2012, quella di Ponte, in provincia di Benevento, e il 1º febbraio 2012 quella di Laterza, in Provincia di Taranto e il 27 dicembre 2012 quella di Caccuri in provincia di Crotone. L'11 novembre 2011, a New York (Manhattan), in coincidenza con la presentazione dell'edizione americana di Terroni, ha ricevuto il premio "Uomo ILICA 2011" (Italian Language Inter-Cultural Alliance) e il 10 agosto 2012 si è aggiudicato il primo premio della prima edizione del Premio Letterario Caccuri dedicato alla saggistica.

Comments (21)

  • Avatar

    Enzo

    9 Giugno 2015 - 08:09

    Chi sei? Il solito spara… terrorista e per niente democratico che sa solo denigrare chi non la pensa e non segue il gregge rosso come te? Sarebbe questa la tua democrazia. Almeno facci sapere chi sei firmati così eviteremo in seguito di leggere questi articoli da venditore di fumo. Andate avanti così che fate solo un piacere a chi non la pensa come voi.

    Rispondi
  • Avatar

    Luca

    9 Giugno 2015 - 12:46

    …seriamente non se ne può più di sti messagi di propaganda comunista vecchio stile….basta!!!!
    invece di apostrofare gli altri…caro autore con la faccia e senza nome…
    PROPONI TU UNA SOLUZIONE…PROPONI..
    NON PAROLE
    grazie!

    Rispondi
  • Avatar

    Marco

    9 Giugno 2015 - 12:57

    mi piacerebbe capire chi è l’autore dell’articolo sopra sui migranti, perchè sarebbe interessante guardare, magari con un telescopio, cosa c’è dentro la sua scatola cranica, lui crede che parlando del dissenso che prova verso Renzi possa poter poi dire tutto quello che ha detto sull’immigrazione e invece si sbaglia, perche così come la vede lui dobbiamo prepararci a soccombere sotto i colpi del mondo intero, che, stiamo parlando di qualche miliardo di persone, perchè non hanno di che vivere sono autorizzati a distruggere i restanti miliardi di persone, che invece hanno saputo, pagando spesso a caro prezzo di vite e sangue umano organizzare il loro mondo, non è che stiamo parlando di aiutare queste persone a risolvere a casa loro i problemi non è che stiamo parlando di accoglierne un certo numero per poi educarli e rimandarli nelle loro terre a cambiarle, no secondo questo signore dobbiamo, siamo obbligati anzi, da non so quale legge della natura, a soccombere, per altro, insieme a loro, perche di questo poi si tratterebbe, perchè??? forse a questo signore gli andrebbe spiegato che se tutti gli esseri viventi di questo pianeta usassero lo stesso metodo che stiamo lasciando usare a questo disgraziato paese, il mondo intero probabilmente oggi non sarebbe popolato da nessuna specie umana, e se anche l’evoluzione poi ci mettesse una pezza, un giorno molto lontano, i nostri figli e i nostri nipoti dovrebbero combattere con le spade forse anche per un sorso d’acqua, e se permette, anche per il rispetto che ho verso coloro che ci hanno preceduto, civiltà intere, a me non mi sta per niente bene che questo accada, tutto questo senza essere razzista e senza essere prepotente, ma solo perchè come tutti gli esseri viventi di questo mondo che sono esistenti ancora oggi , cerco di sopravvivere e aiutare gli altri nel limite delle mie possibilità senza lasciare che questo comportamento mi porti all’autodistruzione….

    Rispondi
    • Avatar

      Marco

      9 Giugno 2015 - 13:24

      e poi, che ci si debba impegnare a risolvere i problemi siamo d’accordo ma questo non significa far le solite chiaccher infinite che questa sinistra ci ha abituato a fare, “ci sono molte sfumature di meno peggio.” dice lei, ma sono proprio quelle sfumatura che alla fine ci faranno soccombere, quelle sfumature ci chiacchere che questo paese fa sempre in abbondanza, e se permette io ne ho piene le scatole, io vorrei prima di tutto salvaguardare il futuro dei miei figli, e se questo deve comportare drastiche soluzioni sono disposto a macchiarmi di queste soluzioni anche drastiche che siano, nessun dottore al mondo mi può dare una medicina che so che mi fa stare bene un giorno ma poi mi fa morire in un mese, solo uno stolto può accettare questo… poi….
      “Se il Paese sta come sta, è perché lo abbiamo messo, da decenni, in mano a ‘sta gentaglia. Di questo passo, ci toccherà sperare che fra quei migranti arrivi un Nelson Mandela (il carcerato che liberò i suoi carcerieri) capace di ricostruire un Paese dilaniato. Magari senza che stia prima quarant’anni in galera.” su questo sono d’accordo ma questo non significa che io debba scegliere di morire in compagnia di qualcuno che non consco e non ha niente a che vedere con me, posso provare nei limiti delle mie possibilità ad aiutare, ma, non posso farmi caricvo di tutti i mali del mondo…. e caso mai il Nelson Mandela mi sta bene che arrivi come un messia per quella gente, ma nella loro terra non nella mia…. io chiedo di restare quello che sono chiedo un mondo che rimanga più o meno come quello che ho visssuto, perchè come ai tempi dei romani, in cui Roma era la luce, oggi credo che l’occidente sia la luce, e che per questo debba restare quello che è, oppure soccombiamo tutti…

      Rispondi
  • Avatar

    etabeta47

    9 Giugno 2015 - 13:03

    Ma, nessuno si domanda.Quanti immigrati devono sbarcare nel nostro paese? 1.000.000,2.000.000,5.000.000. Perchè qui la questione sta diventando molto preoccupante. Si sta rischiando la rivolta sociale.E’ stato scientificamnte assodato che oltre una certa percentuale di immigrati sorgono poi i problemi. In Francia questo è già iniziato, principalmente a Parigi dove ci sono stati cittadini a favore dell’accoglienza contro cittadini contro l’accoglienza per uno sgombero della polizia di immigrati stanziali. Il nostro Governo la soluzione la conosce ma poi se fermano gli sbarchi dove vanno a finire tutte le cooperative, i centri di accoglienza, gli albergatori, la Caritas ed il volontariato che sfruttano questa situazione?

    Rispondi
    • Avatar

      juri gagà

      10 Giugno 2015 - 08:11

      Senza documenti , senza soldi in tasca non deve entrare NESSUNO in ITALIA:

      Rispondi
    • Avatar

      Carlo Caggiati

      10 Giugno 2015 - 13:23

      Mi chiedo perchè la chiesa cattolica, proprietaria di un quinto del patrimonio immobiliare italiano, con il papa e le varie gerarchie ecclesiastiche che pontificano sulla insufficiente accoglienza delle istituzioni italiane, non fanno anche loro qualcosa di concreto accogliendo un pò di migranti nei loro conventi vuoti, negli appartamenti sfitti, nelle colonie e strutture estive vuote, etc, visto che non pagano neanche l’IMU e ricevono l’8 x mille e altre prebende?? E’ una vergogna…………..

      Rispondi
  • Avatar

    mexsilvio

    9 Giugno 2015 - 15:07

    DAGLI EVENTI , DALLE LETTURE DEI GIORNALI DELLA QUOTIDIANITA’ , GLI UNICI PERDENTI E DIVISI SONO I CITTADINI ITALIANI , CHE O PER UN MOTIVO O PER UN’ALTRO , NON HANNO DIRITTI , MA SOLO DOVERI , ANCHE QUANDO SONO PIU’ INDIGENTI DEI PROTETTI EXTRACOMUNITARI …!!!!

    Rispondi
  • Avatar

    mario rossi

    9 Giugno 2015 - 15:19

    Il secondo dei suoi tre libri, citato alla riga 4, è un’autobiografia?

    Rispondi
  • Avatar

    salvatore

    9 Giugno 2015 - 15:52

    incredibili castronerie.Ma l’analisi seria che l’Italia non può subire un invasione di 500.000 africani (dichiarazioni non smentite di un inglese dei servizi segreti dallka Libia ) dove sta???

    Rispondi
  • Avatar

    Max Baresi

    9 Giugno 2015 - 16:13

    L’autore si e bevuto il cervello , oppure è pagato dalo PD x scrivere articoli cosi dementi , pensando che gli Italiani siano tutti piddioti.

    Rispondi
  • Avatar

    Giovanni Mineo

    9 Giugno 2015 - 20:58

    Incredibile quanta acredine sprizza da questo “pezzo” giornalistico verso il Nord. Davvero anacronistico da parte di chi invoca unità nazionale. Tristissima la solita manfrina del nord cattivo e approfittatore nei confronti del povero Sud, eppure il colpo gobbo questo signore direttore (o meglio ex direttore) di grandi testate giornalistiche (Oggi e Gente, carta gossippara al pari di Novella 2 e 3mila) lo ha già fatto con i lautissimi stipendi che i giornali gli versavano (o versano???) e con il suo libro “Terroni”. la cosa che piu fa specie è che proprio questa persona si comporta, parla, si atteggia, al pari delle persone che tanto critica, lo fa solo utilizzando l’altra faccia della medesima medaglia, da una parte chi grida viva il Nord siamo i migliori e lui che grida viva il Sud noi siamo i migliori. Chi spara teorie assurde da una parte chi dall’altra, condendo il tutto con un po di sano piagnisteo mediterraneo e il gioco è fatto!
    Amico prima di criticare e parlare a vanvera, fai una bella cosa tu che i soldi li hai, tu che le case le hai e pure belle grosse, ma grosse sul serio ( e non azzardarti a rispondere “che ne sa lei” o pubblico pure i riferimenti catastali e poi voglio vedere che fai, a beh si uno come te di fronte alla figura di sterco risponderebbe nell’unico modo possibile ” ti denuncio”!!!!) prenditene un po tu di “migranti”, mettiteli a casa tua! Li vuoi? Benissimo, bravo, ma prenditeli e non fare la morale agli altri, non ne sei in grado, non hai meriti e non ne hai capacità. Scendi dalla poltrona, dal tuo strallo e vieni con la gente comune a vedere cosa fanno questi migranti nelle città al Nord, dove tanti italiani vivono nelle macchine piangono ( ma piangono sul serio, non tanto per dire) miseria! Ma gli italiani adesso non vanno piu di moda, il povere africano fa piu radical chic, fa piu politically correct e la gente come te, cavalca l’onda in cerca di qualche facile consenso, perchè solo questo ti puo interessare, solo in questo modo sei in grado di portare la pagnotta a casa.O magari un bel giretto in barca a vela ti solleva il morale, insomma proprio come si possono permettere tutte le persone a cui pretendi di “insegnare” qualcosa….. Spendi un po di energie a difendere e tutelare chi, magari un tempo, qualche soldo in tasca te lo ha fatto arrivare comprando il tuo gossip su carta stampata e comprando il tuo libro, che ho letto e trovato perfino interessante.
    Evidentemente tutti i titoli elencati nel tuo curricula ti hanno completamente perdere il contatto con la realtà, svegliati, c’è ben altro dietro queste masse di carne che si affollano alle nostre frontiere!!!! ma scavare li sarebbe troppo pericoloso e quindi un po di demagogia e passa la paura!

    Rispondi
  • Avatar

    Sergio

    9 Giugno 2015 - 23:18

    voglio ricordare che questi sì, magari saranno venditori di pentole, ma chi ha consentito a Bossi di diventare ministro della Repubblica come lo possiamo definire ? Come possiamo definire le centinaia di migliaia, se non milioni di meridionali che anni fa in massa hanno dato il voto a una coalizione che al suo interno aveva un partito radicato solo al nord e che pertanto non aveva alcun interesse a interessarsi dei problemi del sud , permettendo così a Bossi e Maroni di diventare ministro della Repubblica? Io penso che l’appellativo di terroni gli sta benissimo e chi ve lo dice è un meridionale , meridionale non terrone . Dove sta la differenza ? Il meridionale è orgoglioso della sua terra e difende i suoi diritti ; il terrone è un str….o che si fa prendere per i fondelli ed è pieno di sensi di inferiorità rispetto a un cittadino del nord

    Rispondi
  • Avatar

    karlettogd

    10 Giugno 2015 - 03:13

    Egregio signore di venditori di pento le la SX e’ con Renzi in testa.

    Rispondi
  • Avatar

    antony

    10 Giugno 2015 - 07:38

    E’ un vergognoso teatrino dei burattini.
    Sulla miseria i papponi sono sempre pronti a scontrarsi per meglio sfruttare i malcacapitati.
    Gli scontri verbali di queste iene servono solo a creare confusione.
    Qualche pazzo, addirittura, invoca l’intervento militare come unica soluzione.
    Siamo proprio alla follia.
    Nessuno ha più senso del Dovere, della Moralità, del Buon Senso, del rispetto dei diritti e doveri.
    Questi conoscono solo prepotenze, delinquenze e criminalità.
    Il problema dei migranti è serio ed è compito della UE risolverlo, ma non aiutando la migrazione verso lìItalia, questo è da stupidi,.
    L’AFRICA è più grande della stessa EUROPA e certamente è impensabile ammassare in Italia l’etnia nera, perchè non si tratta di un gruppo di diseredati o dissidenti ma di un’intero continente in fuga.
    A FRANCIA e GRAN BRETAGNA imporrei l’assorbimento totale dei migranti perchè furono loro che unilateralmente attaccarano la LIBIA di Gheddafi e poi, , CON L’AIUTO DI ALTRI PAESI, tra cui l’Italia, come membro NATO. Però, con la massima disinvoltura e irresponsabilmente, , morto il dittatore, hanno abbandonato il Paese in balia delle guerre intestine e quindi l’esodo verso il Bel Paese.
    Francia, Gran Bretagna, NATO USA e UE si sono comportati mostrando il loro vero volto : ASSASSINI, INCOSCIENTI e CRIMINALI., come nell’abbattimento del volo civile; dell’assassinio dei viaggiatori della MOBY PRINCE , per quanto riguarda quello che ci riguarda da vicino, senza contare quello che succede nel mondo.

    Rispondi
  • Avatar

    Guido Da Pazzi

    10 Giugno 2015 - 08:13

    eh gia, i governatori del nord venditore di pentole, invece quelli del sud che vendono oltre ai voti e alle poltrone ? aria fritta ? nelle regioni piu disastrate d italia, vedi sicilia, campania, dove si mangiano i gettoni di rpesenza per fantomatiche riunioni, e hanno anche il coraggio di parlare, ora capisco perchè il sud è nello stato in cui si trova, se sono tutti come l autore di questo ” articolo” scommetto che è uno di quelli che ha votato l integerrimo de luca

    Rispondi
  • Avatar

    Max Baresi

    10 Giugno 2015 - 09:00

    Un centinaio di immigrati è stato trasferito da un paese vicino ad Alghero ad un agriturismo di una frazione a 40 chilometri da Sassari. E il luogo scelto, secondo i richiedenti asilo, è troppo isolato e manca WI-FI . Trattative ad oltranza di prefetto, questore e sindaco per farli scendere.

    Rispondi
  • Avatar

    Marco

    10 Giugno 2015 - 09:55

    caro antony, sono d’ccordo sull’analisi che hai fatto riguardo Francia e Inghilterra, anzi io sono ancora più critico e infuriato di te sulla vicenda, ma lo sono molto di più ancora sul comportamento che ha tenuto al tempo il nostro paese governato già da una sinistra che dire fatta di nullità istituzionale e umana è fargli un complimento, per il resto quello che proponi è un po quello che propone chi ha scritto l’articolo, vale a dire chiacchere, discussioni infinite, compromessi con quelli e con quell’altri, senza mai arrivare a nulla, il nostro problema, e quì do l’unica ragione che credo abbia Renzi, è che noi si dicute troppo e non si agisce, tipicamente di sinistra insomma, se vuoi posso partire dalla totale distruzione messa in atto da questa sinistra della nostra intelligence, la cosa che più conta ai giorni nostri per un paese dell’occidente, un arma e/o un deterrente certe volte più potente di una atomica, e questi ciatroni l’hanno distrutta, e lo si vede anche da quella vicenda a cui accennavi sulla Libia, per non parlare della vicenda Agenzie di Reating, o possiamo parlare del totale disinteressamento di questa sinistra ai problemi degli italiani sempre propensa a capire di più tutti i problemi del mondo a dare la precedenza anzi, a tutti i problemi fuori casa senza capire che, e anzi con fare quasi maniacale, trascurare i nostri problemi una cosa mai vista prima da nessun governo o partito politico conosciuto al mondo, mai nessun partito al mondo di nessuna nazione è così ostile a tutto quello che riguarda il proprio paese, una cosa da voltastomaco, mi chiedo come sia possibile che così molti italiani, sempre meno per fortuna, abbiano appoggiato votato sostenuto un partito così tanto anti italiano, viene da chiedersi che razza di popolo sia mai questo che sostiene di più una bandiera politica piuttosto che quella nazionale….. per arrivare poi a questo atteggiamento veramente ingiustificato e pericoloso che questa sinistra ha nei confronti di questa europa, non solo di totale sottomissione, basta guardare quello che ci viene imposto sui nostri migliori prodotti alimentari, ma ancora peggiore è il fatto di aver creato una sorta di tabù sull’argomento europa, non se ne può nemmeno parlare di una eventuale uscita ogni volta se ne escono con le più banali e inapropriate scuse sui conti pubblici sul debito e altri mwecanismi di pagamenti che lo capirebbe anche un poveretto con la 3° elementare che sono solo scuse senza fondamento, tanto che le più grandi menti dell’economia, premi Nobel compresi, dicono che il nostro paese avrebbe solo da guadagnare all’uscita da questa moneta maledetta, e loro come hanno sempre fatto per tutto quello a cui tengono hanno creato dei tabù indiscutibili, e noi li lasciamo governare?? lasciamo in mano il nostro futuro e quello dei nostri figli in mano a questi cialtroni senza onore, capacità, onestà, con solo ostilità verso tutti e tutto quello che è italiano??? no, spero davvero che si vada a votare subito e si archivi per sempre questo brutto periodo governato da questa sinistra di uomini e donne maledetti da dio, perche il rischio è una guerra sociale di proporzioni gigantesche e allora si che sarebbe la fine…

    Rispondi
  • Avatar

    Marco

    10 Giugno 2015 - 11:32

    e poi parliamoci chiaro, visto che siamo entrati nell’argomento dell’europa e delle sue respondabilità sull’immigrazione, questa europa così come è stata concepita e sviluppata da quando è nata ha solo peggiorato non solo i rapporti fra singoli stati ma anche quelli che riguardano il resto del mondo, una europa fatta di pochi stati ricchi prepotenti e menefreghisti della sorte degli altri stati e i restanti succubi di scelte quasi sempre scellerate di quei pochi che decino per tutti, una su tutte l’embargo alla Russia, che più che altro si tratta di vassallaggio verso gli USA che non smette di interferire nei nostri rapporti con il resto del mondo constringendo questo continente a scelte fuori senso e pericolose… fino a quelle che hano decretato la morte e la distruzione di un paese come la Libia che con mille difetti era sempre un confine fra noi e quell’Africa che oggi si sta riversando in europa, insomma a fare bene i conti anche con carta e penna noi abbiamo soo scapitato fino ad oggi a restare dentro questa gabbia di matti incapaci e prepotenti che si chiama UE

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top