Padre padrone arrestato. Nel 2016 ancora violenza di genere

Shares

Padre padrone al Sud. Storie vecchie, già sentite che ancora si perpetuano, si rincorrono. Tutto avviene a Gela, città siciliana di ottantamila abitanti. Ma poteva avvenire anche in altro luogo. Ciò che preoccupa è che vada ancora in giro questa forma di schiavismo e violenza.

L’uomo in questione è stato arrestato. E’ un tunisino di 52 anni, residente da tempo in città. Aveva ridotte cinque donne a vivere in condizioni di sudditanza, sottoponendole a vessazioni e violenze.

Si tratta della moglie delle sue tre figlie e di una figliastra, nata dal precedente matrimonio della consorte.

I reati per cui è stato rinchiuso in una galera sono pesanti e le indagini sono state condotte da Polizia e Procura.

Sono state proprio le figlie a denunciarlo e le informazioni sono state raccolta in maniera molto delicata, per la ritrosia a raccontare.

Ora si attendono gli sviluppi, ed ogni uomo è un presunto innocente fino a condanna. Ma questa notizia andava data, perché il Sud è stato per troppo tempo vittima di una sudditanza di genere.

Gioviana Tedeschi

Gioviana Tedeschi, giornalista pubblicista di Lucera (Fg). Attualmente addetto stampa e responsabile del Fondo Ambiente Italiano, Gruppo FAI Lucera, e di una rubrica pubblicitaria sul web. Corrispondente per emittenti locali, vicina al mondo della sensibilizzazione, prosegue la sua formazione scientifica presso l'Università degli Studi di Foggia.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top