Pianta aliena trovata in una riserva naturale della Sicilia

Shares

Viene denominata aliena, una specie vegetale assente sul posto e che lo invade. E le specie esotiche invasive sono la seconda più grave minaccia a livello globale per la biodiversità. Seconda solo alla perdita dell’habitat naturale.

Si è espresso in questi termini il botanico Savero Scialdrello, dell’Università di Catania, per parlare di una specie vegetale denominata hypercifolia, da lui trovata nella riserva di Isola Bella di Taormina.

Si tratta di una specie che nasce nelle Americhe, nella fascia tropicale e sub tropicale, in special modo negli Stati Uniti, nel Messico e nel Centro e Sud America.

Lo studio sul ritrovamento è stato pubblicato su una rivista scientifica internazionale, firmato da Scialdrello, da Giampiero Russo e Pietro Missale del dipartimento di Scienze Biologiche dell’Università catanese.

Le conseguenze economiche delle invasioni biologiche, sono molto negative.

Da una ricerca emerge che in Europa le perdite dovute ma tale motivo, assommano a 12 miliardi di euro.

Monica Surace

Nata a Reggio Calabria il 20/07/1976 residente a Campobasso dal 2000 iscritta all’Ordine dei Giornalisti Regione Molise dal 2006 – Categoria Pubblicisti Collaboro con l’emittente televisiva TLT Molise in qualità di giornalista: lettura telegiornale, redazione di servizi, pianificazione palinsesto ed interventi diretti in format politici, economici. Direttrice del sito Lexgenda.it - a carattere prevalentemente giuridico. Giornalista per Tiscali – area Nord. Addetta stampa per campagne di promozione specifiche per aziende. Curatrice di uffici stampa politici Ho lavorato: - come responsabile di redazione per il Molise a Il Sannio Quotidiano - come giornalista per il Molise a Il Tempo - come giornalista a La Gazzetta del Molise e Campobassoweb - come giornalista a il Roma – Salerno - responsabile della comunicazione di progetti dell’ufficio Presidenza del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d'Europa a Strasbrurgo - Referente progetti comunitari di gruppi politici regionali

One comment

  • Avatar

    mexsilvio

    12 Aprile 2016 - 20:21

    Si dovrebbe verificare come e’ arrivato il seme ..????
    e poi ci sono i soliti commentatori che dicono che i batteri e virus invece non emigrano ..?????

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top