Sangue raggrumato appare in un reliquiario dedicato a Gesù

Shares

Il Quotidiano web della Calabria, riporta una notizia che ha interessato ed emozionato un’intera comunità devota.

Umbriatico è un comune italiano di 860 abitanti della provincia di Crotone. Ha origini molto antiche. Il grande condottiero Annibale, ci costruì un fortino per difendersi dai Romani, quando scese in Italia.

Nel giorno del venerdì santo, come racconta il sito, nella sua cattedrale vi è stata l’apparizione di sangue in forma raggrumata, nell’antico reliquiario.

Secondo la tradizione esso conserverebbe una spina della corona che venne inflitta a Gesù, un chiodo servito alla crocifissione e frammenti del legno costituente la croce servita per crocifiggerlo.

Il fenomeno del sanguinamento ha avuto come testimone anche l’arcivescovo della diocesi di Crotone-Santa Severina.

Il porporato, incontrando i giornalisti, ha parlato di un grumo di sangue presente nei pressi della spina. Ma ha parlato anche di un altro piccolo grumo formatosi.

Monsignor Graziani, questo il nome dell’arcivescovo, si è detto preoccupato che la devozione della gente non fosse turbata ed ha nominato una commissione che studierà il fenomeno.

Francesca Giovannoli

Francesca Giovannoli, 34 anni, architetto, coordina un workshop di interior design presso l’Università di Teramo. Attualmente è nello staff di professionisti che si occupa di un importante cantiere sulla costa abruzzese.

Comments (5)

  • Avatar

    Mauro

    29 Marzo 2016 - 21:47

    Ma il raziocinio umano dovrebbe… evidentemente non è così per tutti.

    Rispondi
    • Avatar

      Stella

      31 Marzo 2016 - 11:25

      Sig, Mauro ognuno ha le sue ragioni per credere o non credere, io ho le mie. Le auguro di imparare a pregare con fede e vedere le sue preghiere ascoltate….allora crederà nei miracoli! Le assicuro che vivere la sensazione meravigliosa di un proprio caro salvo per miracolo con lo stupore dei medici cambia il modo di pensare….poi se lei crede o meno è un fatto suo, non mi interessa, solo che provo tristezza che molte persone non vogliano “approfittarsi” di un Dio che, se pregato con fede, dona grazie incommensurabili. Io l’ho provato cos’è un miracolo, pochi mesi fa, e non vivo nel medioevo!!!! Tanti auguri!

      Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top