Selfie con il cappio al collo. La polizia lo salva

Shares

Una vicenda analoga analoga era capitata sempre in Sicilia l’anno scorso. Ora la storia si è ripetuta.

Nello scorso caso, una donna, mentre era in una caserma dei Carabinieri in provincia di Catania per denunciare per stalking il suo ex convivente, riceve una foto sullo smartphone. Era lui che si mostrava con un cappio intorno al collo.

La donna, che stava raccontando i mesi d’inferno che attraversava, ha mostrato la foto ai militi, che hanno riconosciuto la zona dove era stata scattata. Ovvero un casolare di una contrada vicino al paese.

I Carabinieri telefonarono ai colleghi di Taormina, che si precipitarono sul posto e salvarono l’uomo dal suo intento, convincendolo a ricoverarsi in una struttura adeguata.

Nel caso di alcuni giorni fa, un uomo di Siracusa ha spedito all’una e trenta della notte alcune foto alla fidanzata che lo ritraevano con un cappio al collo.

La donna ha telefonato alla Polizia raccontando il macabro dettaglio. Così gli agenti si sono recati di corsa nell’abitazione indicata dalla fidanzata, in Siracusa, per impedire al trentanovenne di compiere l’insano gesto.

In tutte e due le situazioni s’incrociano disperazione e la grande capacità delle forze dell’ordine d’intervenire con la rapidità necessaria.

Riccardo Trecca

Giornalista e blogger.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top