Calabria, si pensa a un hub hi-tech polifunzionale a Montebello

  • Un progetto per realizzare Campus AGÀPI un hub polifunzionale nel Reggino
  • L’idea è stata al centro di un incontro con il ministro per la Coesione territoriale, Mara Carfagna
  • L’investimento previsto ammonterebbe a 90 milioni di euro, con possibili 500 posti di lavoro

Un mega hub hi-tech polifunzionale da realizzare nelle ex Officine Joniche delle Ferrovie dello Stato: è il progetto Campus AGÀPI (Area Grecanica Adavanced Platform for Innovation) di cui si è discusso nel corso di un incontro al Ministero per la Coesione territoriale tra il ministro Mara Carfagna, il parlamentare reggino Francesco Cannizzaro ed il rettore dell’Università degli Studi “Mediterranea” di Reggio Calabria, Marcello Zimbone.

Un distretto dell’innovazione

L’obiettivo è quello di sviluppare la cooperazione tra l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, aziende nazionali e internazionali leader nel settore dell’innovazione e le piccole e media imprese del territorio.

Il Campus avrebbe come finalità lo sviluppo di specifici progetti basati sulle nuove tecnologie

Il “Distretto dell’Innovazione” prevede investimenti pari a 90 milioni di euro. Il Campus avrebbe come finalità lo sviluppo di specifici progetti basati sulle nuove tecnologie per favorire l’interazione tra il mondo delle imprese, le start-up, il mondo dell’imprenditoria giovanile, le Università ed i centri di ricerca.

Individuata l’area dell’ex Officine delle Ferrovie

L’area in cui realizzare il Campus è stata individuata nel comprensorio industriale di Saline Joniche (Montebello – Reggio Calabria) delle ex Officine Grandi Riparazioni delle Ferrovie dello Stato: un’area di circa 37 ettari dove sorge una struttura industriale dismessa oltre 20 anni fa. L’area totalmente abbandonata verrebbe riqualificata e si creerebbe un nuovo indotto socio-commerciale con una ricaduta occupazionale di 500 posti di lavoro.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento