Tornare al Sud costa troppo? Ecco “AttraversaTAM” per riportare i “terroni da Milano”

Shares

All’anagrafe si chiama Stefano Maiolica. Ma sul web è conosciuto come “Un Terrone a Milano”. E come (quasi) ogni buon meridionale, è pronto a tornare al Sud – nel suo caso in Sicilia – per trascorrere in famiglia le festività di Natale. Ma nei giorni scorsi il giovane emigrato ha denunciato con ironia i costi eccessivi dei biglietti che non gli consentiranno di tornare a casa e partecipare al pranzo di Natale.

AttraversaTAM

Il post è diventato virale e in pochi giorni ha raggiunto milioni di utenti, suscitando l’interesse di una società di trasporti che ha messo a disposizione un pullman di 87 posti e di alcune aziende partner che hanno deciso di sposare la causa. Da qui è nata l’iniziativa ‘AttraversaTAM’.

“Se un terrone chiama noi rispondiamo – commenta ironico Andrea Graziano, founder del marchio Fud Bottega Sicula, tra gli ‘sponsor’ dell’iniziativa – e ci sembra inaccettabile che tanti ragazzi debbano rinunciare a trascorrere a casa il Natale per colpa del caro biglietti. Per questo abbiamo deciso di contribuire a questa valida iniziativa acquistando 15 posti in autobus per altrettanti siciliani e regalando gadget e omaggi per gli 87 passeggeri della traversata. Cerchiamo di essere vicini come possiamo a tutti i siciliani che hanno nostalgia di casa, ogni giorno con i nostri prodotti gastronomici 100% made in Sicily e a Natale in modo un po’ più speciale.”

Trasporti costosi

Per i tanti che vivono, lavorano o studiano al Nord tornare a casa per trascorrere il Natale con la famiglia è diventato un vero e proprio lusso. Prezzi alle stelle per un biglietto aereo che può arrivare a costare fino a 500 euro per atterrare in uno degli aeroporti siciliani. Prezzi insostenibili per tutti i “terroni” costretti a vivere al Nord che non rinuncerebbero mai a un Natale n famiglia.

Intanto – evidenziano ancora dalla Bottega – dopo la mobilitazione social di questi giorni qualcosa inizia a muoversi. Il viceministro dei Trasporti Giancarlo Cancelleri ha ottenuto più posti a sedere per le tratte dove i prezzi di viaggio sono molto alti, successivamente si è pubblicamente impegnato per l’inserimento in finanziaria di “una tariffa sociale” con sconti fino al 40% (attuabile nel 2020, qualora venisse approvata in legge di bilancio) e infine ha annunciato di volersi battere per il riconoscimento della continuità territoriale per gli aeroporti di Catania e Palermo. Tuttavia prenotare un biglietto aereo da Milano a Palermo per le imminenti festività natalizie continua a costare ancora una fortuna.

Emilio Lanese

Collaboro con Primapress Agenzia di Stampa Nazionale, occupandomi principalmente del settore cultura. Per la stessa sono stato corresponsabile fanpage. Collaboro con Gosalute, per il quale svolgo le medesime mansioni. Ho lavorato per Lookout-tv.eu, Gotecno e mi sono occupato di Gomolise. Attualmente lavoro con la redazione di Restoalsud per la quale realizzo articoli e ne gestisco l’editing; mi occupo del settore salute e benessere di Gosalute per Tiscali e gestisco la piattaforma Thelemapress per l’inserimento di contenuti su Tiscali per Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top
Change privacy settings