Questo sito contribuisce alla audience di

Concerti, jam session e campus scolastico: parte a Isernia il Tetracordo International Music Festival

Shares

Oltre 100 partecipanti, tra studenti, docenti e musicisti provenienti da Francia, Spagna, Olanda e Usa. Quattro giorni di eventi, concerti, seminari e workshop. Parte oggi a Isernia il Tetracordo International Music Festival. Media partner Restoalsud e Digital Media.

Questa mattina, nei locali dello ‘Spazio 180’, si è tenuta la conferenza stampa dell’evento (giunto alla quarta edizione) che svolgerà nel centro storico della città di Isernia fino al prossimo 16 luglio. L’edizione di quest’anno si avvale di prestigiose collaborazioni con i docenti della Juilliard School di New York, con insegnanti e artisti dell’Ecole Normale de Paris, del Collective ZOOT(Paris) e con Musica Da Casa Menotti di Spoleto.

Il Festival ha in programma quattro attività per altrettante performance artistico-musicali. “Jazz at the square – Molise International Big Band”, con la big band diretta da Antonio Ciacca. In collaborazione con il collettivo francese ZOOT, sarà celebrato il contributo italiano nello sviluppo del Jazz in occasione della prima registrazione dall’Original Dixiland Jazz Band (guidata dagli italiani Nick La Rocca e Tony Sbarbaro).

Il repertorio guiderà, sera dopo sera, il pubblico nella scoperta della storia del Jazz. Gli “House concerts – Music culture exchange” puntano, invece, all’inclusione di strumenti di origine popolare nel repertorio classico. I concerti si svolgeranno all’interno dell’elegante palazzo Petrecca di Isernia, opera del maestro Vanvitelli, nel cortile del Palazzo San Francesco, a palazzo Laurelli e nel Chiostro delle monache.

Ospite di punta della rassegna sarà il compositore Stephane Delplace (docente presso l’Ecole Normale de Paris e autore di opere eseguite nelle più importanti sale da concerto del mondo come la Philarmonie de Paris). La rassegna è organizzata in collaborazione con il Conservatorio Lorenzo Perosi di Campobasso e con Musica da Casa Menotti di Spoleto.

In programma, inoltre, il “Concerto Sinfonico” con la prima esecuzione mondiale della sinfonia scritta e diretta dal maestro Antonio Ciacca. E di scena anche la prima Italiana del Concerto per pianoforte e orchestra del maestro Stephane Delplace insieme a quattro momenti musicali in duo (pianoforte e clarinetto) con Giordano Carnevale.

Infine, c’è spazio anche per le lezioni della “Jazz Academy“, l’accademia che punta allo sviluppo della cultura e dell’educazione musicale con un workshop intensivo di quattro giorni indirizzato a musicisti di qualunque età e qualunque livello diretto da Antonio Ciacca, docente presso la Juilliard School di NYC.

Il workshop prevede anche il Campus musicale rivolto agli studenti in collaborazione con l’Orchestra Giovanile Città di Isernia e i docenti della Epic Music Orchestra. Il 16 luglio si terranno i concerti finali nel chiostro di Palazzo San Francesco, in pieno centro storico. L’appuntamento è alle 18 e alle 21 con i docenti e i corsisti della “Jazz Academy”, con l’Orchestra Giovanile Città di Isernia, con la Big Band del Tetracordo e con la Epic Music Orchestra.

 

Giuseppe Lanese

Giornalista professionista, comunicatore e formatore. E' tra i fondatori di Restoalsud e caporedattore della stessa testata. E' responsabile cultura dell’agenzia di stampa nazionale Primapress. Ha curato dal 2009 al 2015 il blog "Parole e Musica" di Repubblica.it. Attualmente scrive e realizza video interviste per Tiscali.it sui temi della cultura e dell'innovazione e, sempre per Tiscali, si occupa del coordinamento nazionale della rete news delle regioni. Collabora con l'Università Telematica Pegaso per il corso di "Comunicazione digitale e Social Media" come cultore della materia ed è responsabile comunicazione dell'Ufficio Scolastico del Molise.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top