';

Il #futuro del #Sud è il food, i nove progetti d’#innovazione dell’#Università di #Foggia

Questa volta si chiama “Apulia Food Innovation Excellence” ed è un progetto ambizioso finalizzato alla creazione di uno stand virtuale on-line nel quale ospitare i migliori prodotti nati dalla collaborazione tra il mondo della ricerca e dell’industria agroalimentare pugliese: 9 idee, selezionate tra 61 progetti e considerate le più promettenti per grado di innovazione, coerenza con il territorio ed impatto sul mercato.

Fanno parte di Apulia Food Innovation Excellence, difatti, 9 idee:

Gluten Friendly pluripremiato brevetto in fase di concessione in oltre 100 paesi, frutto dello studio della prof.ssa Carmen LAMACCHIA e metodo innovativo di detossificazione delle proteine del glutine dalla granella dei cereali.

Ristoranti Pugliesi in Italia lo strumento utile a ricercare un buon ristorante pugliese fuori dai confini regionali che promuove progetti finalizzati alla valorizzazione e commercializzazione delle eccellenze tipiche agroalimentari, oltre che riavvicinare ciò che solo geograficamente è separato.

Capitanata Sostenibile un esperimento di social and civic innovation in Capitanata che mette in relazione Impresa, Cultura e Scienza attraverso il cibo.

Olive Ecofriendly l’innovazione di processo che si basa sulla riduzione della concentrazione di soda nella produzione delle olive da mensa verdi, combinata con l’impiego di un cocktail misto di batteri lattici e lieviti, esaltatore di aromi.

Pasta Smart la pasta tradizionale dalle caratteristiche funzionali ottenuta senza modificare lka sua formulazione. Un prodotto, peraltro, a basso indice glicemico utile nella terapia dietetica del diabete.

Paste filate funzionali ottenute da latte ovino, ampliando così il paniere dei formaggi ottenuti da latte ovino, e riducendo tempi e costi connessi al processo.

Arricchimento riboflavina l’innovazione che fortifica un prodotto da forno a base cerealicola e prodotti a base di avena, evitando l’aggiunta di vitamine del gruppo B di sintesi chimica, ottimizzando la produttività e i costi.

Sensori wireless nell’irrigazione del pomodoro che monitora i valori di umidità del suolo acquisiti attraverso sensori FDR di tipo wireless opportunamente posizionati nel terreno, abbinati ad un trasmettitore e ad un piccolo pannello solare in grado di assicurare un’alimentazione autonoma nel tempo.

Pasta biologica monovarietale un’innovazione di prodotto nel settore delle paste secche biologiche di produzione interamente italiana; in particolare, di una pasta monovarietale di frumento duro biologico coltivato in Capitanata che è centrata sull’adozione di un disciplinare comune, determinando standard produttivi e qualitativi eccellenti locali.

“Si tratta di idee 2.0 e di vere e proprie rivoluzioni – come hanno dichiarato alla presentazione ufficiale del progetto i docenti componenti del Comitato Scientifico, la prof.ssa Marzia Albenzio e il prof. Antonio Bevilacqua- che messe insieme rafforzano il ruolo dell’Ateneo foggiano: con “Apulia Food Innovation Excellence”  l’Università di Foggia si pone come soggetto attuatore della strategia per la Smart Puglia, facendo strada ai discorsi di sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile, di aziende innovative produttrici di alimenti sani, tracciabili e sicuri”.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento