';

L’impresa italiana “vola” in Sud Africa e racconta la sua storia in una mostra itinerante

Una esposizione iconogafica, dunque, organizzata in Sudafrica dall’Istituto Italiano di Cultura di Pretoria.

“50+1 Il Grande gioco dell’industria. Oggetti che hanno fatto la storia dell’impresa italiana” è il titolo della mostra itinerante inaugurata lo scorso, 17 agosto, presso la Art Gallery dell’University of Technology di Durban, che ha lo scopo di narrare la storia dell’impresa italiana attraverso un’esposizione di 50 opere.

Una mostra iconogafica, dunque, organizzata in Sud Africa dall’Istituto Italiano di Cultura di Pretoria, ideata da Museimpresa e curata da Francesca Molteni che racconta, su 24 pannelli, appositamente allestiti, ben 54 storie di design, di industria e architettura divenute icone dell’immaginario collettivo (come ad esempio la Vespa, la scatola di pasta Barilla, la Bottiglia Campari Soda, o la Valentine di Olivetti).

Le opere fanno parte della storia industriale del nostro Paese e sono state realizzate sia da grandi firme, sia da piccoli artigiani. Tra gli oggetti che caratterizzano l’esposizione non possono mancare, inoltre, turbine, alambicchi on the road e strumenti musicali, bottiglie, arredi e loghi, motori, ceramiche e moviole, macchine per fare i calcoli stoffe vivaci e gazometri, contenitori di packaging, giocattoli e caschetti, tutti articoli ormai divenuti delle vere e proprie icone dei tempi che furono.

Gli oggetti sono stati scelti dalle collezioni degli archivi e dei musei associati a Museimpresa con la collaborazione di curatori interni.

La mostra sarà aperta al pubblico fino all’8 settembre 2017 (dal lunedì al giovedì dalle 8 alle 16;  il venerdì dalle 8 alle 15:30).


Dalla stessa categoria

Lascia un commento