Da Emigratis a Made in Sud: Pio e Amedeo verso mamma Rai

Shares

Dopo aver sfondato su Mediaset, Pio e Amedeo potrebbero approdare alla Rai. Per il momento si tratta solo di voci, ma sono molti gli indizi che fanno pensare che potrebbe andare a finire proprio così. Il rumor giunge dal sito Fanpage.It, solitamente bene informato sulle cose che riguardano il mondo dello spettacolo.

I due comici foggiani potrebbero essere  i nuovi conduttori maschili di Made in Sud, la popolare trasmissione di Rai Due, che la televisione di Stato ha deciso di confermare nel palinsesto della prossima primavera, nonostante gli indici d’ascolto non esaltanti totalizzati dall’ultima edizione, conclusasi nello scorso mese di luglio, quando la conduzione maschile era stata affidata a Gigi D’Alessio.

I vertici di Rai Due intendono rilanciare la trasmissione, riportandola ai fasti di una volta ma anche in qualche modo rompendo i soliti schemi. Quale scelta migliore di far affiancare le conduttrici femminili Fatima Trotta ed Elisabetta Gregoraci dallo scatenato duo foggiano?

Pio e Amedeo sono attualmente impegnati nelle registrazioni della terza edizione di Emigratis che andrà in onda nella primavera 2018 e che però, per loro espressa dichiarazione, sarà l’ultima. E si tratta di una scelta intelligente. La trasmissione sarà messa in onda in prima serata e presumibilmente supererà gli ascolti record fatti registrare da Emigratis 2. Ma poi?

Pio e Amedeo si sono rivelati abilissimi, addirittura geniali, nel tenere le fila di un format affidato ad un pretesto narrativo quale lo scrocco, intrigante ma esile, che a lungo andare può stancare il pubblico.

Quella di Made in Sud potrebbe rappresentare per i due foggiani una interessante opportunità, una sfida.

Fanpage.It riferisce che un cauto sondaggio da parte della Rai sarebbe già stato effettuato e che i due attori foggiani vengono ritenuti, in viale Mazzini, la prima scelta. Staremo a vedere.

Geppe Inserra

Geppe Inserra Nato a Foggia nel 1954, è dirigente delle Politiche del Lavoro della Provincia di Foggia, dopo essersi occupato per diversi anni - nella stessa amministrazione - dell’Ufficio Stampa e quindi del Settore Cultura e Spettacolo. È autore dei saggi "Il decennio debole" e del libro intervista "Genesi ponte di luce". Ha collaborato con La Gazzetta del Mezzogiorno, Il Mattino, Puglia e Il Quotidiano di Foggia. Ha realizzato alcuni cortometraggi e mediometraggi ("Statale 17", "I colori del tempo", "Genesi, ponte di luce", questi ultimi documentari d'arte rispettivamente dedicati a Elvio Marchionni e Jimenez Deredia). Ha curato l’organizzazione del film “Foggia non dirle mai addio” girato da Luciano Emmer nel 1997. È componente del consiglio di amministrazione di Promodaunia, società pubblica che si occupa di marketing territoriale e promozione culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com