Pompeo Barbieri, il campione che ha sfidato il destino: dalle macerie del terremoto al podio più alto nel nuoto

Shares

Nella mia vita non ho mai smesso di lottare e avere fiducia per il mio futuro. Non ho mai mollato”. Pompeo Barbieri ne è convinto con tutte le forze. Lui è uno dei ragazzi di San Giuliano di Puglia (comune in provincia di Campobasso), sopravvissuto al crollo della scuola ”Jovine” nel terremoto del 31 ottobre 2002, dove morirono 27 alunni e una maestra. Pompeo ha perso l’uso delle gambe a causa del terremoto.

Nel 2012, invece, è finito in dialisi per il malfunzionamento dei reni e, grazie alla donazione del padre e alla sua tenacia, è riuscito a superare anche questo ulteriore momento di crisi venendone fuori dopo un anno di cure, sofferenze e battaglie. Sono ostacoli che avrebbero fermato chiunque, ma non il giovane molisano. Pompeo è spinto da una energia incredibile e da un grande cuore. Quelle doti che lo hanno reso anche un ottimo atleta: oggi ha 23 anni ed è suo il titolo di campione italiano nazionale di nuoto.

All’inizio avevo il terrore dell’acqua. restavo attaccato al collo del mio istruttore, ma piano piano ho iniziato ad amare questo sport – ha detto – Sono diventato campione italiano assoluto quest’anno nei 50,100 e 200 stile libero. Però sono stato campione giovanile negli anni 2008/2009/2010 e di nuovo nel 2015“. Ora lo attendono le prossime sfide. “Nel 2018 abbiamo i campionati italiani sia invernali che estivi – dice a Restolasud – e speriamo qualche gara europea. Il mio sogno ovviamente sono le Paralimpiadi di Tokyo nel 2020. Più che un obbiettivo – aggiunge – è un sogno che spero di raggiungere“.

E come simbolo dei grandi valori che incarna lo sport, è stato scelto dal Coni per portare la fiaccola e accendere il fuoco del tripode olimpico durante la cerimonia di apertura delle Finali Nazionali dei Campionati Studenteschi di Badminton. L’evento sportivo nazionale (promosso da Miur – con il contributo tecnico del Coni, della Federazione Italiana Badminton e del Comitato Italiano Paralimpico – e organizzato dall’Ufficio scolastico del Molise – Ufficio Educazione Fisica e Sportiva), a cui partecipano le rappresentanze di tutte le regioni italiane, ha preso il via oggi ed è in programma a Campobasso fino al 27 settembre nelle palestre del liceo scientifico “Romita” e del liceo classico “Mario Pagano”. La presenza di Pompeo Barbieri alle finali di Badminton ha emozionato tutti. “Il mio consiglio è quello di non mollare mai, perché qualunque ostacolo della vita si può superare – ha detto – L’importante è non demordere. La mia fortuna è stata quella di avere al mio fianco una famiglia che mi ha sempre sostenuto e mi sostiene in tutto ciò che faccio“.

Giuseppe Lanese

Giornalista professionista, comunicatore e formatore. E' tra i fondatori di Restoalsud e caporedattore della stessa testata. E' responsabile cultura dell’agenzia di stampa nazionale Primapress. Ha curato dal 2009 al 2015 il blog "Parole e Musica" di Repubblica.it. Attualmente scrive e realizza video interviste per Tiscali.it sui temi della cultura e dell'innovazione e, sempre per Tiscali, si occupa del coordinamento nazionale della rete news delle regioni. Collabora con l'Università Telematica Pegaso per il corso di "Comunicazione digitale e Social Media" come cultore della materia ed è responsabile comunicazione dell'Ufficio Scolastico del Molise.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top