';

Con Smart money arrivano le nuove agevolazioni per start up

  • Possono partecipare start up costituite da meno di due anni o in via di costituzione
  • Previste due forme di intervento: contributi a fondo perduto e investimenti nel capitale di rischio
  • Le domande potranno essere presentate esclusivamente online a partire dalle 12 del 24 giugno

Smart Money è il nuovo incentivo rivolto alle startup innovative messo in campo dal Ministero dello Sviluppo Economico e gestito da Invitalia.

Si tratta di agevolazioni, sotto forma di contributi a fondo perduto o investimenti nel capitale, rivolte a start up costituite da meno di due anni o per persone fisiche in fase di pre seed o seed per l’acquisto di servizi forniti da incubatori, acceleratori e altri enti abilitati per definire il progetto imprenditoriale e prepararsi al lancio sul mercato.

Le domande a partire dal 24 giugno potranno essere presentate on-line sulla piattaforma di Invitalia.

Chi può partecipare

Possono presentare richiesta di accesso alla misura agevolativa le start up costituite da meno di 24 mesi o un gruppo di persone fisiche con sede in Italia e in fase Pre-seed o Seed ed anche cittadini stranieri provenienti da Paesi non comunitari in possesso del “visto start-up”, il visto d’ingresso in Italia per motivi di lavoro autonomo.

Forme di intervento

Smart money prevede due diverse forme di intervento:

  • Contributi a fondo perduto

Per la prima tipologia di intervento l’agevolazione prevede un contributo a fondo perduto per un importo massimo di 10.000 euro a copertura fino all’80% delle spese ammissibili.

Per accedere alle risorse di Smart Money le aziende devono presentare progetti di sviluppo che puntando sulle competenze tecnologiche e manageriali dell’impresa che propongano soluzioni innovative per il mercato grazie allo sviluppo di un prototipo o alla sperimentazione del prodotto/servizio per misurare il gradimento dei potenziali clienti e/o investitori.

Le startup innovative possono chiedere il finanziamento per l’acquisto dei servizi forniti da incubatori certificati e acceleratori, innovation hub, organismi di ricerca.

  • Investimenti nel capitale di rischio delle start-up innovative

Una seconda forma di intervento per le startup innovative che completeranno il piano di attività ammesso con la prima linea di intervento prevede la possibilità di richiedere un’ulteriore contributo a fondo perduto per finanziare piani di sviluppo che prevedano investimenti nel capitale di rischio da parte di enti abilitati, investitori qualificati o business angel.

Per questa linea di intervento è previsto un contributo a fondo perduto pari al 100% dell’investimento nel capitale di rischio, nel limite complessivo di 30mila euro e l’investimento attuato dal singolo attore dell’ecosistema dell’innovazione abilitato non potrà essere inferiore al limite di 10mila euro.

Enti abilitati

Sono abilitati ad operare nell’ambito di Smart Money i seguenti attori dell’ecosistema dell’innovazione:

  • incubatori certificati, iscritti nella sezione speciale del registro delle Imprese,
  • acceleratori start up, società che guidano e supportano lo sviluppo di altre società, attraverso programmi che includono servizi professionali e opportunità di finanziamento, al fine di rafforzarle in un mercato altamente competitivo,
  • innovation hub, rete di soggetti con il compito di stimolare e promuovere la domanda di innovazione, rafforzare il livello di conoscenze e di awareness rispetto alle opportunità offerte dalle nuove tecnologie digitali, aiutare le start up a crescere attraverso la condivisione di nuovi progetti e la digital trasformation e offrire servizi avvalendosi di un network di attori dell’innovazione appartenenti al mondo della ricerca e dell’impresa,
  • organismi di ricerca, soggetti senza scopo di lucro, indipendentemente dal loro status giuridico o fonte di finanziamento, la cui finalità principale consiste nello svolgere attività di ricerca di base, di ricerca industriale o di sviluppo sperimentale e nel diffonderne i risultati, mediante l’insegnamento, la pubblicazione o il trasferimento di tecnologie.

Come presentare la domanda

Le domande di accesso alle agevolazioni previste da Smart Money possono essere presentate a partire dalle 12 del 24 giugno esclusivamente attraverso la procedura informatica nell’apposita sezione del sito di Invitalia.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento