Brucia la mia città… A Bari 55 omicidi in un anno

Shares
sparatoria

Un omicidio in pieno centro, passanti feriti, funerali all’alba per il boss. E ancora, regolamenti di conti tra boss sotto la luce del sole, una prostituta uccisa con dieci coltellate, un’importante azienda che rischia di chiudere a causa di continui furti, lasciando senza lavoro 60 dipendenti

Le faide tra i clan. Gli equilibri completamente saltati per via delle gerarchie cancellate. Tutto questo in pochi giorni, aggiungici poi una Procura scoperta, rinforzi mai arrivati nonostante le promesse. Così va a fuoco la città di Bari e l’intero distretto. Un organico di magistrati insufficiente, nonostante i dati ufficiali parlino chiaro.

Nel 2012 nel comprensorio giudiziario di Bari ci sono stati 55 omicidi, contro gli 8 di Palermo. Un’Arma e una Polizia totalmente sguarnite per far fronte alle emergenze.

Il Governo centrale, attraverso il Ministro Alfano, rassicura, promette ben 170 unità a vigilare sul territorio, ma poi dimentica di mantenere la promessa, ignorando i cittadini spaventati. Altre emergenze ci sono, nei piani alti. La grazia al Cavaliere, per esempio.

E le stelle stanno a guardare. Con grande preoccupazione, questa volta.

Gabriella Genisi

Gabriella Genisi è nata nel 1965 e abita vicino al mare, a pochi chilometri da Bari. Appassionata di arte, cucina e letteratura è organizzatrice della rassegna letteraria "Il libro possibile" a Polignano a mare (www.libropossibile. com). Ha scritto numerosi libri: Come quando fuori piove, Fino a quando le stelle, Il pesce rosso non abita più qui. Alcuni suoi racconti sono presenti in antologie. Con Sonzogno ha pubblicato La circonferenza delle arance (2010) Giallo ciliegia (2011) e Uva noir (2012)

Comments (2)

  • Avatar

    Mcharthy

    16 Ottobre 2013 - 17:40

    Intrigante la frase finale… e le stelle stanno a guardare 🙂
    Diversi piani di lettura?
    Ho avuto l’impressione, forse mi sbaglio, che non fosse riferita solo agli astri che sono lassù nel cielo.

    Rispondi
    • Gabriella Genisi

      Gabriella Genisi

      16 Ottobre 2013 - 21:42

      Gentile Mcharty, la frase finale è la citazione del titolo di un famoso libro di Archibald J. Cronin.
      E mi riferivo agli astri, in effetti. Sottintendendo anche i preoccupati cittadini.
      Grazie molte per il suo commento
      Gabriella Genisi

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top