Caro sindaco di Bari, senza coraggio i buoni propositi non servono a niente

Shares

Tutte le Istituzioni politiche e morali del Paese, a cominciare da Napolitano, Renzi e dalla Cei, hanno espresso – giustamente – solidarietà a Don Luigi Ciotti per essere stato “attenzionato” minacciosamente e pericolosamente da Totò Riina (le cui dichiarazioni, che dovrebbero essere segrete, misteriosamente, finiscono sempre sui giornali!).

Ma nessuna Istituzione ha voluto commentare, finora, la rivelazione dello stesso boss di Cosa Nostra secondo cui Berlusconi – “Padre della Patria” per Renzi, nonostante una condanna per evasione fiscale – per anni ha versato all’organizzazione criminale stragista 250 milioni di lire all’anno per essere protetto e non subire violenze varie: per essere, insomma, attraverso il condannato per mafia Dell’Utri, l’estensore politico di Cosa Nostra.

Né le stesse Istituzioni, poi, a tutti i livelli, si attivano politicamente e culturalmente per provocare uno smottamento etico e una reazione rabbiosa che impedisca a questi luridi infami di controllare indisturbati la Nazione e i singoli territori nei quali inquinano l’economia e devastano la moralità pubblica con il loro modello sociale fondato sui ricatti, le intimidazioni e la paura. L’omertà, poi, uccide più delle pallottole. E se non ci ribelliamo i primi complici siamo Noi.

Ciascuno di noi faccia, sempre ed ogni giorno, anche nel proprio lavoro, la propria parte, non voltandosi dal lato sbagliato. Rifiutando i compromessi.

Il Sindaco Decaro vuole dichiarare davvero guerra alle mafie locali? Chiuda immediatamente, con un’ordinanza, tutti i “compro-oro“, le sale giochi, i bar che ospitano le slot machine e i videopoker, le agenzie dove si scommette. Senza coerenza e senza coraggio, senza azioni radicali e pragmatiche, i buoni propositi non servono a niente.

Diventano soltanto mera e mediocre propaganda. E il cambiamento, invocato e desiderato, resta un’utopia. Con la città che precipita ancor più nel baratro della paura e della miseria.

Giuseppe Milano

Nato nel ’83 e cresciuto in un paese alle porte di Bari, tra una confezione di lego e due calci ad un pallone, tra i primi cartoni animati in televisione ad inizio pomeriggio e le intense letture del fumetto Topolino, sin da piccolo ho creduto nella potenza dei sogni e dei dubbi. Crescere come un idealista dalla fortissima spinta etica e nella diffusa percezione, ai tempi del liceo classico svolto in un istituto barese, che “la bontà fosse sinonimo di fragilità o stupidità” e non di disponibilità verso il prossimo, ha comportato qualche disagio relazionale poi brillantemente superato all’università: facoltà di ingegneria. Non proprio una passeggiata. E per esorcizzare, forse, da un lato tutte le iniziali ed oggettive difficoltà incontrate e dall’altro il timore di non riuscire, ho iniziato a fare, spontaneamente, una delle cose più belle del mondo: scrivere. In un piccolo blog. Sono trascorsi alcuni anni. Ho sempre un blog. Le parole per me sono diventate sempre più importanti. Strumenti di verità contro l’imperio della menzogna. Strumenti di pace contro l’egemonia culturale della competizionismo che annulla il prossimo. Strumenti di ricerca per esplorare, esaltando la pratica del dubbio, quel che ancora non conosciamo. La scrittura da un lato e la necessità di saldare idealismo e realismo dall’altro, in un pragmatismo sincero animato da moderno meridionalismo, pertanto, mi ha portato ad essere negli anni anche uno dei cosiddetti “cittadini attivi” negli ambiti della legalità e della sostenibilità ambientale. Con l’impegno civile che mi ha portato, per la prima volta, nel 2011, nella redazione di un giornale: un web quotidiano locale che voleva sfidare il mondo. La non felicissima esperienza professionale ha solo spinto questo romantico e appassionato ragazzo verso altre esperienze professionali ed umane, con la medesima tenacia e consapevolezza dei propri limiti. Convinto che il futuro sia alla nostra portata.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top