Se nemmeno Fiumicino è un aeroporto all’altezza

Shares

Mentre a L’Aquila si dibatte su un aeroporto nato male e che rischia di finire peggio e  quello di Pescara non sembra navigare in buone acque, l’Abruzzo si serve degli aeroporti di Roma, Fiumicino e Ciampino.

I privati hanno messo a disposizione corse autobus che, dalle varie città abruzzesi, portano direttamente in aeroporto.  Partendo persino ad orari scomodissimi (dall’Aquila alle 3 del mattino),e consentire, così, di raggiungere gli aeroporti  per qualsiasi volo che porti il viaggiatore,  sia per motivi di lavoro che per turismo, alla meta prescelta.

Consultando il web si può facilmente verificare che da Fiumicino gli aerei che partono tra le 6.20 e le 7.20 sono moltissimi (più di 50) e per tutte le destinazioni: da Madrid a Bari, da Milano a Buenos Aires. Quindi per noi abruzzesi una vera comodità: si prende un bus che in meno di due ore arriva a Fiumicino, in tempo per potersi imbarcare.

Il problema sorge quando si è  già a Roma e ci si trova a dover raggiungere l’aeroporto di Fiumicino per un volo che parte prima delle 7.00.

Il treno Leonardo Express raggiunge l’aeroporto di Fiumicino dalla stazione Termini in 40 minuti, sì 40 minuti per soli circa 25 chilometri: il biglietto costa 14 Euro, cioè 56 centesimi a chilometro, o anche 35 centesimi al minuto.

Se tanto ci dà tanto il treno per Milano dovrebbe costare 322 Euro. Ma c’è di più. La prima corsa per l’aeroporto parte alle ore 5.17 ed arriva in aeroporto  alle 6.00 circa. Poi bisogna raggiungere il terminal, magari fare il check-in. Quindi, paradossalmente, il treno non serve a nulla per i tanti passeggeri che hanno bisogno di partire presto. Non va meglio se si decide di partire da un’altra Stazione e fare un cambio alla Ostiense.

Esiste anche un servizio bus (privato), dalla stazione Tiburtina o Termini. Si può partire alle 5.00: la corsa dura un’ora, quindi inservibile. Svariate altre ricerche hanno dato lo stesso risultato.

Quindi se qualcuno ha bisogno di partire per qualsiasi destinazione e per qualsiasi motivo, la mattina presto dall’aeroporto più importante d’Italia, nonché aeroporto della capitale d’Italia, e si trova a Roma, ha le seguenti possibilità:

  • può dormire in albergo nell’aeroporto
  • può prenotare un taxi o un NCC (noleggio con conducente)-costo variabile 35-55 Euro, o forse più se c’è la tariffa notturna)
  • può dormire nella sala di attesa dell’aeroporto
  • può chiedere ad un amico di accompagnarlo
  • può prendere un bus dalla Stazione Tiburtina alle ore 23.00, arrivare a L’Aquila all’una, poi attendere due ore e salire sull’autobus delle 3.00 che, in scarse due ore, lo porta a destinazione.

Provate ad arrivare all’aeroporto di Amsterdam alla 4.00 di mattina: sapete cosa succede? Trovate pronto il treno che vi porta in centro (l’ultimo Leonardo Express da Fiumicino parte poco prima di mezzanotte), o viceversa naturalmente.

In Stazione, se proprio non c’è nessun mezzo, potete salire sul “taxi-bici” che vi porta ovunque.

Giusi Pitari

Giusi Pitari. 56 anni, aquilana; madre di due figli. Laureata in Scienze Biologiche nel 1979, lavora come professore associato presso l’Università degli Studi dell’Aquila: insegna e si occupa di ricerca nel campo delle Scienze Biochimiche. Una delle sue passioni è scrivere: è autrice di un racconto sul terremoto dal titolo “Trentotto secondi” e di un capitolo del libro "Il terremoto dell'Aquila, analisi e riflessioni sull'emergenza" a cura dell’Osservatorio sul terremoto dell’Università dell’Aquila. E’ autrice del blog Trentotto secondi: http://giusipitari.blogspot.it/, dove racconta della sua città.

Comments (9)

  • Avatar

    cascioli filippo

    9 Marzo 2014 - 17:43

    non solo…si rischia di rimanere chiusi nella navetta in attesa che qualche tecnico arrivi per sbloccarla…e di fare il check in (in priority lane/business) e trovare la hostess che non conosce le leggi sui passaporti e deve consultarsi con piu’ colleghi prima di capire se e’ valido o meno…infine non parte il nastro per inoltrare il bagaglio per almeno 15 minuti col risultato che si forma una coda sbigottita..mi e’ successo poco fa’ on my way to jhb con emirates.

    Rispondi
    • Avatar

      cascioli filippo

      19 Marzo 2014 - 18:03

      lei guarda le piccolezze dei commentatori distratti ma forse non ha notato per esempio che la gradinata in ferro esterna della torre di controllo e’ arrugginita..:))

      Rispondi
  • Avatar

    steven51

    10 Marzo 2014 - 02:53

    Gent.ma Giusi Pitari
    l’Aeroporto Leonardo da Vinci è gestito dal carrozzone ADR – Aeroporti di Roma, i cui azionisti (=Benetton) hanno ben altro a cui pensare, che il servizio ai consumatori. Questi pensano solo a cementificare altri pezzi della campagna romana per fare alberghi, campi da golf, ulteriori piste (a spese dello Stato, ovviamente). L’inefficienza del servizio bagagli è stata più volte oggetto dell’indignazione internazionale.
    La Magistratura e la stampa libera hanno più volte aperto inchieste su questo bubbone, ma si sono trovati di fronte a poteri ed interessi fortissimi, che hanno visto anche i sindacati affiancarsi agli speculatori. La vicenda Alitalia (altro noto carrozzone) è istruttiva in tal senso…
    I collegamenti con il centro di Roma (o almeno con una fermata Metro) sono ridicoli e funzionali solo alla lobby dei tassisti, autorizzati o abusivi, come nelle peggiori megalopoli del Terzo Mondo.
    D’altronde l’Italia è in mano ad una CASTA corrotta che conosce solo il saccheggio e l’imbroglio e nemmeno saprebbe da dove iniziare per dare un corretto servizio al consumatore.
    Fiumicino è l’immagine di questa povera nazione, sprofondata nelle paludi dell’inefficienza e della corruzione, terra di scorribande di noleggiatori e tassisti abusivi, centro di interessi speculativi della nostra CASTA politico-sindacale, che considera l’aeroporto un business ed un serbatoio di voti di scambio e di poltrone scandalosamente remunerate, tutto a spese dello Stato ovviamente.

    Rispondi
  • Avatar

    Davide

    10 Marzo 2014 - 06:17

    Lo sviluppo dei mezzi di trasporto in Italia è tale da farci “sopportare” l’ennesimo fallimento di questo paese. Abbiamo un aeroporto ogni 200km in linea d’area, abbiamo speso miliardi per costruirli, milioni per gestirli e non siamo riusciti a renderli fruibili, non se ne potevano costruire meno, in modo più razionale e spendere il resto dei soldi per collegarli meglio? Quelli collegati con un servizio metropolitano su ferro si contano sulle dita di una mano. In Calabria abbiamo il più grande porto del mediterraneo al quale è collegata una linea ferroviaria che in relazione ad esso è del terzo mondo, per non parlare dell’autostrada: come è pensabile che si attrattivo? Ci sono treni che per fare 100km sono in grado di impiegare anche tre ore (senza considerare ritardi). Raccordi autostradali sovrassaturi. Avevamo a Roma ed a Napoli le più importanti linee tramviarie di tutta Europa, le abbiamo dismesse ed adesso le stiamo ricostruendo. IN SOMMA, ANCHE IN QUESTO PER GLI INTERESSI DI POCHE PERSONE, ABBIAMO ROVINATO UNA NAZIONE.

    Rispondi
  • Avatar

    Gino

    10 Marzo 2014 - 11:59

    Sperimentato sulla mia pelle più volte in quanto il caso ha voluto che partissi sempre alle 6 del mattino. Non sono di Roma ma della provincia di Salerno e ogni volta che debbo partire da Fiumicino è un incubo!! Se il Leonardo Express , a prescindere dall’esoso biglietto , avesse orari ragionevoli tutto sarebbe più facile : decollare alle 6 presuppone essere in aeroporto almeno 2 ore prima per voli nazionali , ma ben 3/4 ore prima per quelli internazionali/continentali. Non sarebbe opportuno che chi programma gli orari del trenino tenga conto di questi parametri?

    Rispondi
  • giusi

    giusi

    10 Marzo 2014 - 15:13

    La situazione è davvero paradossale. Non voglio perdere la speranza che qualcosa possa cambiare.
    #restoalsud
    Giusi

    Rispondi
  • Avatar

    Giuliano

    10 Marzo 2014 - 16:46

    Mi permetto di commentare non per difendere Fiumicino, che è indifendibile, ma solo per dare corrette informazioni. Non è vero che non ci sono mezzi che consentano di arrivare presto a Fiumicino aeroporto. E’ sufficiente scrivere su un motore di ricerca “autobus x fiumicino” per scoprire che ci sono diverse autolinee che fanno questo servizio.
    Solo a titolo esimplificativo, da stazione tiburtina (e fermata a termini) si puó partire alle 01.15, alle 02.30 e alle 03.45
    Da Termini si puó partire alle 04.30 (e fermata a Ostiense) o alle 04.40

    Rispondi
  • giusi pitari

    giusi pitari

    11 Marzo 2014 - 15:16

    L’autobus che parte da Termini alle 4.30 arriva a Fiumicino alle 5.30 ed è inservibile se si deve partire alle 6.30 o prima. Solo adesso ho visto quello che parte da Tiburtina alle ore 01.15, ammetterà che non è proprio immediato trovarlo nè che possa servire tutti gli aerei che partono presto. Grazie comunque

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top