Questo sito contribuisce alla audience di

Uno #spot contro i #botti di fine anno. A #Napoli il Comune fa la sua crociata

Shares

Ventidue secondi. E’ la durata dello spot realizzato dall’ufficio stampa del Comune di Napoli, che invita a festeggiare il fine anno evitando lo sparo dei botti.

Lo spot è molto simpatico e ha tre momenti. In una si vede un omino che vede esplodere il Vesuvio e fa il gesto delle corna con la scritta “tiè!”

Si prosegue con una serie di botti e con una figura femminile che dice “No, paura!”

Si chiude con un immagine che invita a brindare in compagnia.

Lo scenario di fondo è quello del Maschio Angioino, con tante persone sorridenti, che alzano calici sorridendo.

Lo slogan finale recita: “Festeggia in allegria, senza botti e in compagnia.”

La Campania ed il comune di Napoli, anche l’anno scorso, si sono confermati i più colpiti dai ferimenti da botti. Il bilancio fu di 71 feriti di una certa gravità, di cui 48 a Napoli. In un quartiere l’esplosione di un pacco di petardi causò il crollo di un androne di un palazzo.

Simili situazioni hanno spinto il Comune ad avviare la campagna di dissuasione.

Francesca Giovannoli

Francesca Giovannoli, 34 anni, architetto, coordina un workshop di interior design presso l’Università di Teramo. Attualmente è nello staff di professionisti che si occupa di un importante cantiere sulla costa abruzzese.

One comment

  • Avatar

    Vincenzo Santoni

    22 Dicembre 2015 - 07:47

    Se c’è una cosa inutile, dannosa, pericolosa e – soprattutto – uno spreco di soldi che possono essere utilizzati senz’altro meglio.- è l’uso di spari, botti, mortaretti,,, Che fesseria! Non mi sono mai piaciuti!

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

Start Franchising

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top