Smart hospital: al Policlinico di Bari teleconsulenza per i pazienti con patologie croniche

Shares

Il Policlinico di Bari è il primo ospedale in Puglia ad aver attivato un sistema di teleconsulenza per assicurare la continuità delle cure ai pazienti affetti da patologie croniche in epoca post-Covid.

La telemedicina per tenere sotto controllo la malattia

Le condizioni di fragilità dovute ad esempio a diabete, patologie cardiovascolari croniche, patologie psichiatriche, forme di disabilità, richiedono costanti contatti con la struttura sanitaria e gli operatori di riferimento. La telemedicina diventa quindi uno strumento utile per garantire un opportuno “distanziamento”, oltre gli spazi fisici, assicurando comunque ai pazienti la continuità delle cure.

Assistenza prenotabile attraverso il Cup online

Già nei mesi passati, caratterizzati dal blocco delle visite ambulatoriali per il rischio covid, diverse unità operative hanno continuato ad erogare anche prestazioni di controllo con strumenti di teleconsulenza, adesso l’azienda ha strutturato un protocollo dedicato all’attivazione sistematica di questo tipo di percorsi assistenziali, inserendoli tra quelli prenotabili attraverso il Cup online.

Il Policlinico di Bari diventa Smart Hospital

“L’esperienza maturata nella fase dell’emergenza Covid – spiega il direttore generale del Policlinico Giovanni Migliore – e lo sviluppo di una piattaforma informatica dedicata, ci permettono di inserire stabilmente la televisita tra le prestazioni erogabili. In questo modo gli specialisti potranno lavorare anche in smart-working e seguire meglio i pazienti, alternando visite in presenza e televisite. L’emergenza Covid in realtà ha solo accelerato la trasformazione in Smart Hospital del Policlinico di Bari, un processo iniziato da oltre un anno e che è uno dei nostri obiettivi strategici”.

Telemedicina a gestione autonoma o assistita da care giver

Il protocollo prevede che il medico, in occasione del primo appuntamento ambulatoriale con il paziente affetto da una patologia cronica, valuti se sia possibile indirizzarlo verso il servizio di telemedicina a gestione autonoma o assistita da care-giver. Tutti i dati sintomatologici e anamnestici vengono memorizzati in un unico sistema integrato di gestione, grazie al quale il medico può verificare anche gli esami strumentali, sia che siano eseguiti in azienda o anche disponibili nel fascicolo sanitario elettronico.

Il portale dedicato alla compilazione dell’impegnativa

Il successivo appuntamento viene prenotato attraverso la compilazione di una impegnativa del SSN e fissato in agenda. Al paziente vengono fornite le credenziali di accesso al portale dedicato e il sistema trasmette un’email confermando l’appuntamento e il link con il quale ci si potrà potrà collegare da computer o in alternativa mediante uno smartphone, scaricando l’app dedicata. Al termine della prestazione il medico redige il referto e lo firma digitalmente, inviando una copia alla casella di posta elettronica del paziente.

Roberto Zarriello

Esperto di strategie editoriali e brand journalism, imprenditore digitale, saggista, giornalista. Ho fondato, tra le altre, startup come Digital Media e GoBrand, creato la prima Digital Academy del Sud, e lanciato Comunicatori Digitali Associati, il primo think tank sul giornalismo e la comunicazione digitale. Laureato in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Bari, oggi sono Docente di Comunicazione Digitale e Social Media all’Università Telematica “Pegaso” e in vari master universitari (Luiss, Iusve), formatore per gli organi di comunicazione della Corte Costituzionale, web editor dell’ente per il turismo dell’Isola d’Elba. Fino al 2017 ho coordinato la prima Commissione sulla didattica digitale del MIUR istituita dall’USR Molise. Sono stato speaker e moderatore al Web Marketing Festival, Festival del Giornalismo, SMAU, Ninja Talk, ed una serie di convegni e conferenze con Ordine dei Giornalisti, Centro di Documentazione, Primo Piano Formazione, TVLP, e organizzatore de “La Battaglia delle Idee”. Scrivo di comunicazione, web e nuove tecnologie su HuffingtonPost.it, coordino il social media team di Tiscali.it, e collaboro con il gruppo Espresso. Sono autore di libri per il Centro di Documentazione Giornalistica e per Franco Angeli Editore. Nel 2015 ho ricevuto il premio Giornalistico Nazionale ‘Maria Grazia Cutuli’ per la categoria “Web, Editoria digitale”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top