“Ciao, sono Pascalino, come posso aiutarti?”: l’assistente virtuale che risponde agli utenti

Shares

Si chiama Pascalino ed è l’assistente virtuale realizzato dall‘Istituto Tumori di Napoli Pascale a cui i cittadini possono rivolgersi per avere in maniera istantanea tutte le informazioni di cui hanno bisogno.

Pascalino, l’assistente virtuale che prenota le visite

“Ciao, sono Pascalino, come posso aiutarti?”. E’ questa la semplice domanda che arriva all’utente in formato scritto e orale connettendosi alla home page dell’ Istituto Pascale. Un Avatar a disposizione per gli utenti a cui la direzione del Pascale ha lavorato negli ultimi mesi per rendere più agevole e soprattutto accessibile il contatto con i cittadini e con i pazienti. Pascalino potrà  fornire informazioni dettagliate su come prenotare visite, chiedere cartelle cliniche e trovare un medico.

Tutela dei dati e  privacy

Home Page Istituto Pascale di Napoli

 

“Abbiamo lavorato senza sosta in questi ultimi due mesi – dice all’Ansa il direttore generale Attilio Bianchi – con l’unico obiettivo di avvicinare il più possibile il paziente alla struttura”. Pascalino può essere consultato sia da computer che da smartphone. La particolarità di Pascalino, è che non solo riesce a comprendere ed elaborare le domande dell’utente, ma che è anche possibile registrare la propria domanda attraverso un microfono collocato in basso nella chat. Proseguendo nell’interazione, l’utente può approfondire i temi riguardanti i dati personali richiesti nella chat  e tutto ciò che riguarda la privacy.

Anna Laura Maffei

Giornalista, blogger ed esperta di comunicazione, scrive di innovazione e tecnologia, di sociale, di cultura e di scuola. È communication manager e vicepresidente di Digital Media, partner editoriale di ANSA.it, già service giornalistico di Tiscali.it e main partner di RestoalSud.it, portali d’informazione per i quali scrive i suoi articoli. Per la testata RestoalSud.it ricopre il ruolo di caporedattrice dal 2014, ha curato la selezione e l’editing dei testi dell’omonimo libro ("#RestoalSud", Pietre Vive Editore, 2018) ed è coordinatrice didattica della Resto al Sud Academy, l’incubatore di talenti digitali del Mezzogiorno. Opera come consulente ed esperta di comunicazione digitale e social media per PMI e Startup e svolge attività di ufficio stampa. Ha collaborato con diverse testate informative, rigorosamente “all digital”, tra cui Gosalute.it, TerzoSettore TV e Look Out TV, quest’ultima tra le web tv di riferimento nell’ambito del racconto delle culture, diretta da Claudio Martelli, di cui è stata project manager. È coautrice della seconda edizione di “Brand Journalism. Storytelling e marketing: nuove opportunità̀ per i professionisti dell’informazione” (edita dal Centro di Documentazione Giornalistica).

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top