Che tristezza la polemica di #StefanoBenni

Shares

Posso dire che Stefano Benni che rifiuta il premio De Sica perché viene consegnato da Franceschini, “ministro di un governo che taglia i fondi alla cultura”, mi fa una tristezza da fine secolo?

Ma chi sei, Jean Paul Sartre?

Intanto, i premi si accettano. Per educazione. Qualcuno riconosce in te un valore, tu vai lì e dici grazie, sono commosso per il solo fatto che mi abbiate letto.

Poi esprimi la tua opinione, se credi, fino in fondo e con franchezza.

Glielo dici in faccia al Ministro, se sei capace di andare oltre gli slogan tardo sessantottini (ma chi sei, Gian Maria Volontè?).

Poi, se vogliamo essere precisi, diciamo due paroline anche sull’editoria in Italia, sulle classifiche pezzottate di libri più venduti (diciamo), sulla distribuzione libraria, sul parassitismo culturale, sulle rendite di posizione, sui libri scadenti imposti al libraio dal grande editore, sui megastore che ammazzano le librerie indipendenti, sulle piccole mafie quotidiane, contro le quali ci vuole molto più coraggio che dare due schiaffetti a Franceschini e guadagnarsi un po’ di titoli di giornale che, come consiglia il marketing, quando le copie languono, aiutano, aiutano, perchè mica siamo tutti Boris Pasternak.

Antonio Menna

Antonio Menna è nato a Potenza ma vive a Napoli da bambino. Laureato in Scienze politiche, ha cominciato a collaborare con i giornali a 18 anni e non ha più smesso. E' iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 1991. Collaboratore del quotidiano Il Mattino, suoi articoli sono apparsi su testate nazionali e locali, tra cui Il Manifesto, Liberazione, la Tribuna, i settimanali Vita e Avvenimenti, il mensile La Voce della Campania, il sito web Fanpage. Si occupa anche di uffici stampa, social media e comunicazione sul web. Nel 2007 ha pubblicato il suo primo romanzo, Cocaina & Cioccolato (Cicorivolta edizioni), seguito nel 2009 da Baciami molto (Cicorivolta edizioni), nel 2012 da Se Steve Jobs fosse nato a Napoli (Sperling & Kupfer), nel 2013 da Tre terroni a zonzo (Sperling & Kupfer). Ha vinto il premio letterario Elsa Morante – Nisida, nel 2012, e il premio giornalistico Francesco Landolfo, nel 2013. Ha un blog molto seguito (www.antoniomenna.com).

One comment

  • Avatar

    Stef

    5 Ottobre 2015 - 11:00

    Antonio.
    Hai vinto il premio del commento più cretino dell’anno.
    Ci vieni a ritirarlo?

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top