';

La Lega, Marie Le Pen e Forza Italia!

La Questione Meridionale è un dibattito ultracentenario, che ha per oggetto l’eliminazione del divario tra Nord e Sud.

Tanta teoria ma tanta pratica, se si considera tutto ciò che si è costruito in strutture ed infrastrutture.

Nichi Vendola, in qualità di governatore della Puglia, è intervenuto per sollecitare il nuovo amministratore delegato delle ferrovie, affinché l’alta velocità sbarchi in grande scala anche al Sud. Vendola asserisce che il Mediterraneo, non avrà il crisma dell’unità, sino a quando non si unirà, con l’alta velocità, l’Adriatico al Tirreno.

A dispetto di questi dibattiti costruttivi, c’è un signore con la barba rada e lo sguardo un po’ duro, che parla di “Lega Nord alla guida del Centrodestra”. Si chiama Matteo Salvini ed è dimentico dei disastri culturali che il suo partito ha procurato all’Unità di questa nazione.

La questione Settentrionale posta dalla Lega, è l’esatto opposto di quella Meridionale. Se l’ultima è il tentativo di rendere una nazione di sessanta milioni di abitanti più coesa e quindi competitiva, la prima pone le premesse per una divaricazione affinchè si creino delle macroregioni senza prospettive.

Dispiace che al Nord c’è chi crede ancora in questo progetto che culturalmente, politicamente ed economicamente, è privo di logica.

Forse l’insperato recupero della Lega, sepolta dagli scandali sino a “cancellare” il suo leader fondatore, è l’ultimo rigurgito di separazionismo all’amatriciana, o alle vongole. Anche se il piatto preferito al Nord è la polenta.

Infatti, non c’è più il Gianfranco Miglio della prima ora, che ammantava di un minimo di substrato teorico-giuridico-politico, le richieste del partito del Nord.

Ora siamo all’alleanza con la signora Le Pen.

E Salvini – dopo tale alleanza – si candida ad un ruolo centrale della destra italiana?

Ma dove vuole portare parte del paese? Nei bassifondi più turpi toccati dall’Europa a cavallo delle due guerre mondiali?

Salvini, mi ascolti: al posto di guidare Forza Italia, pensi a gridare Forza Italia! Tra qualche giorno iniziano i mondiali di calcio e capirà quanto gli italiani siano un solo popolo.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento