La tangenziale attesa 30 anni simbolo dell’incapacità della politica

Shares

Ero piccolo quando sentii questa parola pronunciata per la prima volta. Lotto Zero. Che cavolo significherà mai?? Passarono anni e mi fu spiegato il motivo di questo nome orrendo, ma sicuramente più bello di Asse Attrezzato, o Tangenziale Est…

In ogni caso, a forza di sentirlo ripetere, quasi quasi questo nome inizia a esserci simpatico. E circa 30 anni fa rappresentava il sogno di ogni teramano. Una tangenziale in città, a Teramo, che risolvesse il traffico per sempre. Purtroppo il progetto era di 30 anni fa, per il traffico di 30 anni fa, per una città di 30 anni fa. Ed oggi il Lotto Zero risulta essere quasi un’opera inutile, se non fosse che Teramo è stata ridotta così male dalla politica tradizionale dei Chiodi, dei Brucchi e Tancredi, da sembrare quasi una cosa bella.

Certo, se tu prometti la Luna alla gente per 30 anni, alla fine quando gli porgi un pallone ortopedico con una lampadina dentro, la gente si emoziona, e quasi per vergogna non te lo dice che è rimasto deluso. Ma forse il traffico che è aumentato ci dà un segnale di quanto siano scarsi questi amministratori, capaci solo di mostrare porchette e tagliare nastri, e non di chiarire ai cittadini le reali funzioni di questa opera. In via Fori si mormora che Brucchi ha paura di non essere ricandidato, ha lavorato troppo male. Il Pdl teme di non farcela con lui. E lui che fa?? Organizza una bella corsa di auto d’epoca sul Lotto Zero…Lui su di un’auto d’epoca, io invece chiuderei un’epoca.

Enrico Melozzi

Nipote di Gabriele, partigiano ucciso durante la resistenza, Enrico Melozzi è un compositore, poli-strumentista, produttore discografico e direttore d'orchestra. Si dedica alla composizione fin da piccolissimo. Diventa assistente di Michael Riessler nel 1999 a Colonia. La sua attitudine compositiva molto versatile lo ha portato a tantissime diverse esperienza. Dalla musica sinfonica, alla musica sacra, alla ricerca, la musica elettronica, il pop e il Festival di Sanremo (dirige "Sono Solo Parole" di Noemi). Il Teatro Valle Occupato rappresenta il suo impegno e la sua lotta per la meritocrazia nella cultura italiana, della quale si occupa anche in Abruzzo fondando il Movimento Nuove Armonie. E' promotore insieme con Giovanni Sollima dei "100 Violoncelli", un progetto social-musicale che riunisce violoncellisti da tutto il mondo.

One comment

  • Avatar

    Antonio Lena

    19 Novembre 2013 - 12:13

    Ma a questi politici, qualcunoli vota, mia salgono da soli

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top