E’ morto l’ultimo sciuscià di Napoli.

“Saremmo stati ben lieti di esserci sbagliati di nuovo, ma purtroppo questa volta zi’ Tonino, il lustrascarpe che per anni, ha lavorato sul marciapiedi di via Toledo, è morto davvero, portando via con sé un’immagine di una Napoli che ormai non c’è più”. Ad annunciarlo sono stati il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza, ricordando l’episodio di quando fu lanciata la notizia della sua morte segnalata da un funzionario dell’Istituto Colosimo, poi smentita.

In realtà – hanno precisato Borrelli e Simioli – l’ultimo sciuscià napoletano era malato da tempo e non si vedeva per strada. Per questo molti pensavano che fosse scomparso”. E per omaggiare zi’ Tonino, i due formulano una proposta: “Sarebbe giusto ricordare lui e un mestiere ormai perso, magari con una targa proprio a ridosso dell’ingresso della Galleria, dove si metteva con il suo ‘bancariello’ che non ha mai abbandonato”.