Questo sito contribuisce alla audience di

Per la prima volta una donna, Gianna Fratta, a dirigere il tradizionale Concerto di Natale a Palazzo Madama

Shares

La XX edizione del tradizionale concerto di Natale al Senato, uno degli appuntamenti istituzionali e musicali più importanti in Italia, vede per la prima volta sul podio di Palazzo Madama una donna.

Sarà la direttrice d’orchestra pugliese Gianna Fratta a guidare i quasi 150 musicisti che domenica prossima, 18 dicembre, saranno i protagonisti di un concerto tra i più attesi e seguiti del Paese.

Preceduta dai più grandi nomi del panorama artistico nazionale e internazionale – Andrea Bocelli, Mariella Devia, Barbara Frittoli – e da direttori come Riccardo Muti, Daniel Oren, Lorin Maazel, Gianna Fratta è la grande novità dell’edizione 2016.

Direttrice d’orchestra pugliese e artista impegnata in tutto il mondo alla guida di orchestre prestigiose, spesso come prima donna, Fratta ha conquistato negli ultimi anni consensi che l’hanno portata ad essere uno dei direttori italiani più apprezzati a livello internazionale.

Il programma di domenica, dopo l’Inno nazionale ed europeo, prevede l’esecuzione di brani classici – Ouverture del Barbiere di Siviglia, di Nabucco e Intermezzo di Cavalleria Rusticana -, di brani jazz e canti natalizi, tra cui I got Rhythm, Silent night, Jingle Bells.

Nell’Aula di Palazzo Madama l’orchestra e il coro del Sistema Nazionale delle Orchestre giovanili oltre a due solisti d’eccezione, il grande trombettista Paolo Fresu e Paola Turci.

Emozionante anche la presenza del Coro delle Mani Bianche, composto da bambini con disabilità acustiche che interpreteranno alcune delle canzoni con un linguaggio gestuale, indossando guanti bianchi. Il Coro delle Manos Blancas è eccezionalmente diretto dalla venezuelana Naybeth Garcìa, tra le fondatrici e ideatrici dei cori delle mani bianche in tutto il mondo.

Gianna Fratta e gli altri artisti si esibiranno a titolo gratuito e il ricavato della vendita dei biglietti sarà devoluto in beneficenza.

Nell’Aula di Palazzo Madama, che domenica prossima si trasformerà in sala da concerto, saranno dunque circa 150 i musicisti provenienti da tutta Italia diretti da Fratta alla presenza del Presidente della Repubblica Mattarella, del Presidente del Senato Piero Grasso, che introdurrà le esibizioni col tradizionale discorso, dei senatori e delle alte cariche dello Stato.

Il concerto sarà trasmesso integralmente in diretta su Rai Uno e in Eurovisione dalle 12.20 alle 13.25.

Anna Laura Maffei

Giornalista, blogger ed esperta di comunicazione, scrive di sociale, di innovazione e di cultura. È communication manager di Digital Media, service giornalistico di Tiscali.it e main partner di RestoalSud.it, portali d’informazione per i quali scrive i suoi articoli. Per la testata RestoalSud.it ricopre il ruolo di caporedattrice dal 2014, ha curato la selezione e l’editing dei testi dell’omonimo libro ("#RestoalSud", Pietre Vive Editore, 2018) ed è coordinatrice didattica della Resto al Sud Academy, l’incubatore di talenti digitali del Mezzogiorno. Opera come consulente ed esperta di comunicazione digitale e social media per PMI e Startup e svolge attività di ufficio stampa. Ha collaborato con diverse testate informative, rigorosamente “all digital”, tra cui Gosalute.it, TerzoSettore TV e Look Out TV, quest’ultima tra le web tv di riferimento nell’ambito del racconto delle culture, diretta da Claudio Martelli, di cui è stata project manager. È coautrice della seconda edizione di “Brand Journalism. Storytelling e marketing: nuove opportunità̀ per i professionisti dell’informazione” (edita dal Centro di Documentazione Giornalistica).

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top