Questo sito contribuisce alla audience di

A Palermo il Festino di Santa Rosalia: il carro realizzato da studenti

Shares

Stasera, a Palermo, per la 393esima volta, si festeggerà Santa Rosalia, la patrona del capoluogo siciliano.

Si tratta dell’evento annuale più atteso della città, non solo un tributo alla Santa che, secondo il culto, liberò Palermo dalla peste nel 1625 ma anche un momento in cui il capoluogo siciliano festeggia se stesso, riversandosi in strada.

Simbolo del Festino è il carro di Santa Rosalia, quest’anno realizzato con il contributo degli studenti del liceo artistico Catalano.

Come si legge su Gds.it, il carro della Santuzza si trova davanti a Palazzo dei Normanni (sede dell’Assemblea Regionale Siciliana), trasferito dai Cantieri Culturali alla Zisa, dov’è stato assemblato.

La statua di Rosalia – alta 2 metri e 70 centimetri – resta nascosta e sarà mostrata ai palermitani prima della partenza del carro che attraverserà il centro storico della città, le cui strade sono state chiuse al traffico per l’occasione.

Il festino avrà inizio ufficialmente alle 21 e, per garantire la sicurezza, la Polizia Municipale impiegherà circa 400 agenti.

La sfilata si concluderà, come da tradizione, al Foro Italico, dove i palermitani assisteranno ai giochi d’artificio.

Tutta la città, comunque, è addobbata per Santa Rosalia, come dimostra questo altare realizzato in piazza Monte di Pietà, fotografato da Giuseppe Romano:

Foto del post: GDS.it

Walter Giannò

Blogger dal 2003, giornalista pubblicista, ho scritto su diverse piattaforme: Tiscali, Il Cannocchiale, Splinder, Blogger, Tumblr, WordPress, e chi più ne ha più ne metta. Ho coordinato (e avviato) urban blog e quotidiani online (come BlogSicilia.it). Ho scritto due libri: un romanzo ed una raccolta di poesie. Ho condotto due trasmissioni televisive sul calcio ed ho curato la comunicazione sul web di un movimento politico di Palermo durante le elezioni amministrative del maggio 2012.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top