Questo sito contribuisce alla audience di

Antichi monumenti “tornano” a parlare: virtual tour in Molise

Shares
Virtual tour in Molise

Un tour virtuale in tre chiese romaniche del Molise: San Giorgio martire di Petrella Tifernina, Santa Maria della Strada a Matrice e Santa Maria di Faifoli a Montagano, tutte parte dell’antica Diocesi di Limosano in provincia di Campobasso.

Tutto grazie al progetto della ‘San Giorgio Martire’, associazione onlus di Petrella Tifernina, realizzato con il co-finanziamento della Regione Molise e delle aziende Halley Informatica e LabGraf3D.

Le nuove tecnologie al servizio dell’arte, della storia e della cultura, per un percorso di valorizzazione degli edifici di culto con l’obiettivo di far conoscere, apprezzare e amare questi monumenti artistici, possenti testimonianze di un passato ancora da indagare a fondo per cercare di cogliere tutte le dimensioni della storia del territorio molisano.

“Il progetto – spiegano dalla onlus – ha cercato di aprire una nuova fase di questo percorso di valorizzazione in cui, accanto alle testimonianze storiche, artistiche e culturali di esperti, si è cercato di affiancare strumenti e tecnologie digitali che aprono ad una dimensione originale e creativa di fruizione del patrimonio culturale”.

Sabato 24 marzo, la ‘San Giorgio martire’ presenterà ufficialmente il ‘Virtual Tour’ delle tre chiese e la ‘restituzione 3D’ dei capitelli della Chiesa di San Giorgio, che saranno fruibili su una apposita App accessibile attraverso il sito ufficiale dell’associazione: www.sangiorgiomartireonlus.com.

“Grazie a questo progetto – sottolineano i promotori – gli antichi monumenti riusciranno a parlare, a tramandare i loro profondi messaggi di storia e di fede alla società contemporanea anche attraverso le nuove tecnologie digitali”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top